Tragedia a Cornino, giovane batte la testa su scogli e muore

873

AGGIORNAMENTO 0RE 15.00 – 4 SETTEMBRE 2015: E’ stato un infarto a stroncare la vita di Salvatore Baiata, 46 anni, residente a Erice Casa Santa, deceduto ieri a Cornino.  A far luce sulla vicenda è stata la ricognizione cadaverica eseguita dal medico legale. In un primo momento si pensava che l’uomo. tuffandosi, avesse sbattuto la testa contro uno scoglio. La ricostruzione ha invece permesso di appurare le cause della morte, avvenuta per un arresto cardio-circolatorio fuori dall’acqua che ha causato la caduta in mare dell’uomo, privo di conoscenza. Questo pomeriggio i funerali nella chiesa di San Michele Arcangelo.

Un ragazzo di circa 30 anni è morto sul colpo dopo essere caduto su una roccia da una scogliera di Cornino (Custonaci) alta circa 5 metri. La tragedia è occorsa intorno alle 15.00 nei pressi del cosiddetto “Trampolino”.[su_spacer]

Salvatore Baiata si trovava in compagnia di altri due amici, quando, per cause ancora da stabilire è caduto in mare rovinando sugli scogli e battendo violentemente la testa. Nonostante il tempestivo intervento dei due amici, i quali si sono subito tuffati per prestare i primi soccorsi e dei sanitari del 118, per il giovane non c’è stato nulla da fare. Sul posto sono intervenuti gli i Carabinieri della Stazione di Custonaci, che stanno tentando di ricostruire la vicenda e capire se si sia trattato di un incidente e quindi se il giovane possa essere scivolato o essersi tuffato male.

 

 

SHARE