Nuovo piano parcheggi a Erice, la nota del Sindaco Tranchida

795

Di seguito la nota del Sindaco di Erice Giacomo Tranchida, in merito al nuovo piano parcheggi adottato nel comune.[su_spacer]

“Si rende noto, non solo per debito ulteriore di trasparenza, che sul sito del Comune di Erice e’ pubblicato il bando per l’affidamento, a procedura aperta mediante aggiudicazione con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, del servizio per il nuovo Piano Parcheggi. Al pari, per fugare dubbi e perplessità in maniera culturalmente disonesta alimentate anche a mezzo web in capo all’opinione pubblica, da parte di pseudo “nuovi” ma assolutamente vecchi, logori e frustati avversari politici, nonchè per correggere distorte e parziali informazioni giornalistiche proposte ai telespettatori da TeleSud, si rende oltremodo noto e si puntualizza quanto di seguito.[su_spacer]

Il bando di gara pubblicato, relativo al Nuovo Piano Parcheggi, è frutto di un attento studio “condotto su strada” e di certo non oggetto di mediazione politica, non soltanto al fine di individuare nuove utili e necessarie aree di sosta onde favorire la movimentazione urbana, scoraggiando la sosta selvaggia e, soprattutto, per finalità di interesse pubblico rappresentate dalla necessità di garantire una rotazione costante dei veicoli in favore dei servizi/utenza commerciale, di potenziare la sosta turistica nei siti balneari e nel centro storico anche con nuovi servizi “navetta/transfer”, di contenere il fenomeno purtroppo allo stato inarrestabile (…e paradossalmente “tutelato” dall’annacquamento normativo delle leggi/sanzioni vigenti) dei posteggiatori abusivi, in particolar modo nelle zone sanitarie (Ospedale S Antonio e Cittadella della Salute) oltre che turistiche, nonché limitare e ridurre i flussi veicolari, a tutto beneficio della sicurezza, della salute pubblica, della tutela dell’ambiente, oltre che di una dignitosa e facile opportunità di servizi/parcheggio per l’utenza automobilistica, cittadina e non. Tanto in una città ed in particolar modo a Casa Santa Erice, che “ospita” una sproposita concentrazione veicolare in favore di tutto il comprensorio territoriale (Ospedale e Servizi Sanitari, Stadio e impianti sportivi diversi anche privati, Spiaggia di San Giuliano, oltre che il Borgo Medievale della Vetta), di certo non può essere terra di conquista da parte di alcuni incivili e spregiudicati automobilisti, facendo patire i soggetti deboli bisognosi dei servizi sanitari o addirittura mandando via i turisti (che lasciano economia!) che non trovano posto, facendo chiudere le asfittiche attivitá commerciali o non garantendo il posteggio ai residenti. Erice e la città sono patrimonio collettivo per tutti i cittadini ma di certo non caos per cittadini incivili: ordine e sicurezza sono imperativi che determinano le condizioni minime del vivere civile, anche su strada!!![su_spacer]

Andiamo al merito del bando – il cui termine di presentazione delle relative offerte scadrà il prossimo 2 ottobre – che prevede, oltre all’affidamento dei parcheggi pubblici – che su tutto il territorio comunale, fra stagionali e permanenti, ammonteranno a complessivi n. 2830 stalli su Casa Santa, Erice Capoluogo, Lungomare, Cittadella della Salute, Ospedale e zona mercatino del lunedì – anche il servizio di gestione delle operazioni materiali relative ai procedimenti amministrativi sanzionatori delle violazioni alle norme del Codice della Strada, attualmente di competenza/gestione della Polizia Municipale (cosa questa che permetterà al Comune un notevole risparmio in termini economici e la possibilità di utilizzare il personale in divisa attualmente utilizzato in ufficio direttamente in servizi di viabilità sul territorio, su “strada”).

Relativamente al numero degli stalli, “apparentemente” quasi raddoppiati rispetto all’originario piano parcheggi, occorre invece evidenziare che in realtà si tratta di un potenziamento strategico del servizio rispetto agli attuali 1579, richiestoci in primo luogo dai vertici dell’Asp e dello stesso Ospedale S. Antonio a fronte del dilagante (e di fatto non sanzionabile dalle Forze dell’Ordine, salvo formale denuncia?!? e provata estorsione!!!) fenomeno dell’abusivismo, anche in danno dei poveri “cristi” che si rivolgono alle strutture sanitarie pubbliche e convenzionate del territorio non certo per passatempo, nonché per potenziare la sosta turistica e non solo nei centri balneari e di Erice Capoluogo.[su_spacer]

post_20fb_20-_20sig._20Maurizio_20Troia_Parcheggi_20a_20pagamento_20cf_20Erice-PalermoTanto è, senza remora di smentita, in dettaglio a fronte dei “nuovi” 1.250 stalli…in più… si rende noto:

– 324 sono stalli cosiddetti “sanitari/sociali” con tariffa a 20 centesimi ora (!!!) nella via Cosenza – via Europa (tratto limitrofo/retro Ospedale), via Tripli e via Lodi sempre zona Ospedale S.Antonio, Via Cesarò – zona Cittadella della Salute (aree interna ed esterna), via Miceli – zona Clinica S. Anna, via Manzoni – zona Clinica Villa dei Gerani. Lo scopo non è chiaramente ed assolutamente di carattere economico, così come dimostrato dalla tariffa simbolica di molto inferiore a quanto corrisposto “volontariamente” dagli automobilisti ai vari posteggiatori abusivi, quanto quello di assicurare il diritto, intanto, ad una sosta vicina al presidio sanitario per chi anziano e non si ritrovi costretto a fare visita ai propri cari ammalati, oltre che assicurare una costante e continua vigilanza da parte degli Ausiliari del Traffico (aventi dunque titolo e funzione) al fine di far invece ed assolutamente “sparire” da tali zone gli abusivi. A tal proposito, non sono nuove le lagnanze di tanti cittadini costretti a ‘pagare’ il pizzo a taluni posteggiatori abusivi dietro la malcelata minaccia di ritorsioni in danno delle proprie vetture.                                                                                                    -> Diversamente, questi “scienziati” fautori e/o malcelati sostenitori della petizione preferiscono forse convivere con tali microcriminali protagonisti di reati difficilmente perseguibili ed accertabili in fragrante da parte delle Forze dell’Ordine, a maggior ragione in danno di cittadini “deboli” che si recano ai Servizi Sanitari per questioni di emergenze e non certo per farsi “spennare” o fare chilometri a piedi e sotto il sole o la pioggia per arrivare in tempo a vedere od avere notizie dei propri cari ricoverati in Ospedale ?!?

– 103 sono gli attuali stalli gialli per residenti a Casa Santa che verranno aboliti, poichè verrà invece estesa la possibilità a tutti i cittadini ericini residenti della zona, privi di box auto e dunque possessori di specifici “pass” di potere parcheggiare gratuitamente (!) su tutti gli stalli blu/aree azzurre (invece che come adesso solo sui gialli, ove non era possibile agli ausiliari del traffico apporre sanzioni in capo ai “furbetti”). Questa necessità, appunto, è scaturita anche dal fatto che attualmente il 70-80% degli stalli gialli riservati gratuitamente ai residenti, vengono invece abusivamente occupati da utenti non residenti e/o non muniti di contrassegno residente. Il controllo relativo al corretto utilizzo di detti stalli può essere effettuato solo dai Vigili Urbani che, essendo assolutamente insufficienti, non possono farlo e quindi ne soffrono i residenti che, diversamente, grazie al nuovo piano parcheggi potranno invece farlo tranquillamente su tutti gli stalli blu/azzurri della zona di residenza, mentre il controllo verra assicurato legittimamente dagli Ausiliari del Traffico che più numerosi saranno invece sempre presenti nelle aree di sosta e provvederanno a sanzionare tali utenti “furbetti” senza contrassegno residente.

-> Diversamente, questi “scienziati” fautori e/o malcelati sostenitori della petizione preferiscono forse favorire i furbetti parcheggiati abusivamente in danno dei residenti privi di posti auto? Per quanto riguarda la fattispecie del parcheggio riservato ai residenti o villeggianti in Erice centro storico al pari verranno riservate con Ordinanza Sindacale zone prestabilite sulle strisce blu/azzurre in modo tale da evitare ai furbetti, in futuro dunque sanzionabili dagli Ausiliari del Traffico, la sosta rubata agli aventi titolo ed a gratis!    

– 117 sono stalli attivi solo il lunedì nell’area mercato di Viale della Provincia e per ovvie ragioni di pianificazione viaria e di sicurezza della circolazione, al pari dei n.182 gli stalli di Piazza Pertini che servono a regolare la sosta durante le manifestazioni sportive, in occasione delle quali oggi moltissime auto sostano ovunque ed in modo “selvaggio”, con pericolo per la sicurezza pubblica e grave nocumento per i residenti della zona (di fatto “sequestrati” in casa) mentre per la restante parte del tempo sono attualmente in balia di posteggiatori abusivi, che attualmente “taglieggiano” gli utenti del supermercato e delle altre attività vicine, e che in futuro non avranno più vita facile poichè gli stalli saranno invece vigilati dagli ausiliari.                                                  -> Diversamente, questi “scienziati” fautori e/o malcelati sostenitori della petizione preferiscono forse favorire gli impuniti parcheggiatori abusivi, in danno della sicurezza stradale o dei residenti già privati della loro “libertà” di cittadini in occasione di eventi mercatali e sportivi?

– 114 sono gli stalli di nuova istituzione previsti durante il periodo estivo nel Campo S. Nicola ad Erice Capoluogo ove è stata individuata una NUOVA area di sosta, di certo non prossima al centro storico, ma con lo specifico obiettivo di decongestionare il traffico nella zona di Porta Trapani e nelle zone adiacenti al centro storico destinate al parcheggio onde assicurare a villeggianti e turisti maggiore possibilità di parcheggio. A tale scopo sarà previsto a carico dell’aggiudicatario un servizio navetta gratuito che dalla suddetta area porta di San Nicola fino a Porta Trapani, financo auspicando la circunavigazione del centro storico e dunque al pari assicurando una sorta di servizio bus navetta tanto richiesto dai villeggianti e non solo, in particolare. Anche il servizio di rimozione carro attrezzi sarà a carico della ditta garantendo dunque serenità a chi in Erice vetta rimane “prigioniero” di incivili automobilisti.

-> Diversamente, questi “scienziati” fautori e/o malcelati sostenitori della petizione preferisconoforse favorire i parcheggiatori abusivi in danno dei residenti e villeggianti, nonche’ i numerosi turisti, spesso privati di sufficienti posti auto, negando anche il bus navetta senza costi e tasse per gli ericini?[su_spacer]

         Alla luce dell’attenta analisi dei numeri e delle ubicazioni delle aree di parcheggio emerge quindi che il vero e proprio incremento è rappresentato da circa 500 nuovi stalli previsti in aree “nuove” e sperimentali, quali l’inizio della via Firenze, la fine della via Manzoni alta, il prolungamento della caotica via Marconi, l’inizio della via Vittoria ed altre piccole zone con lo scopo di regolamentarne con gli ausiliari il parcheggio attualmente libero, incontrollato e selvaggio e dare invece nuovi stalli gratuiti sulle strisce blu/azzurre utili ai fini della corretta viabilita, in favore dei servizi commerciali per i cittadini e utilizzabili anche gratuitamente per i residenti.                                                                                       -> Diversamente, questi “scienziati” fautori e/o malcelati sostenitori della petizione preferiscono forse favorire i furbetti parcheggiati alla “moda palermitana” di non pochi incivili, cioè, come viene prima, con pericoli anche per la sicurezza, od invece favorire gli automobilisti anziani, le donne con bambini e/o infermi e i civili cittadini oltre che i residenti privi di posti auto a fronte di incivili scavezzacollo e strafottenti?  [su_spacer]

      Ad ogni buon conto, il NUOVO BANDO prevede complessivamente i seguenti stalli attivi tutto l’anno: N’ 889 a 60 centesimi/h, con franchigia di 15min, N’ 436 a 20 centesimi/H. Gli altri N’ 1505 sono attivi nei periodi estivi.

Restano peraltro invariate le tariffe orarie (più basse rispetto a Comuni VICINIORI): 60 centesimi/ora su tutto il territorio ad eccezione delle zone sanitarie ove è previsto un biglietto di 20 centesimi/ora e Centro Storico ove a seconda delle tre fasce: rossa (2,00€ prima ora e poi 1€ le successive), blu o verde si va da 1,50€ a 1,00 euro per la prima ora e le restanti dimezzate. Tranne che nelle località turistiche e balneari (ove non ha motivazione la sosta breve: tabacchi, bar, etc) continuerà ad essere vigente la tolleranza dei 15 minuti (!!!) introdotta da questa Amministrazione già da circa quattro d’anni ed inoltre si estende la possibilità a tutti i possessori di pass-disabili di potere parcheggiare gratuitamente oltre che negli stalli gialli appositamente dedicati anche su tutti gli stalli blu.[su_spacer]

Molto vantaggiose, altresì, sono le tariffe degli abbonamenti, che contrariamente a qualche comune vicino (…di cui anche i media in esame omettono parlare), ove si arriva a pagare fino 100 euro al mese per i non residenti, ad Erice e Erice Casa Santa è prevista per i residenti una tariffa che va dai 25 euro mese, ai 60 per tre mesi, fino ai 180 euro l’anno, mentre per i non residenti si va dai 35 mensili ai 260 annui.

Previsti inoltre per il periodo estivo nella zona Lungomare, ove la tariffa oraria è di 60 centesimi/ora, anche la tariffa giornaliera a 5 euro, oltre a speciali abbonamenti mensili per i lavoratori dei lidi ed ai clienti titolari di cabine degli stabilimenti balneari a 35 euro.

I parcometri che verranno istallati saranno di ultima generazione e permetteranno anche in misura migliorativa il possibile pagamento con lo smart-phone; allo stesso prezzo continuerà ad essere possibile effettuare la sosta in tutte le aree di parcheggio blu attraverso schede prepagate del tipo “gratta e parcheggia”, da acquistare senza alcun costo aggiuntivo nelle attività commerciali convenzionate in prossimità delle zone interessate.

La ditta concessionaria dovrà mantenere per contratto il livello occupazionale degli attuali ausiliari della Soes – atteso che non intendiamo buttare in mezzo alla strada tanti padri di famiglia a sommare quelli che già tanti ci stanno (…peraltro assunti quando non ci stava questa Amministrazione ma, paradossalmente, quella che ci fa opposizione) potenziandolo sia attraverso il personale precario comunale richiedente che attraverso decine di nuove possibili assunzioni.[su_spacer]

Altro punto di assoluto vantaggio per il Comune e la Città tutta è il fatto che la ditta concessionaria dovra’ garantire la perfetta e costante manutenzione stradale di tutta la segnaletica orizzontale e verticale delle zone interessate dagli stalli (mensile, nel periodo estivo e bimestrale in quello invernale), cosa questa che porta ad una puntuale conduzione di manutenzione della stessa segnaletica ed a un notevole risparmio per le casse comunali (e dunque per i cittadini contribuenti) oltre alla possibilità di utilizzo delle esigue unità lavorative della manutenzione comunale di poter prontamente operare per altre necessità manutentive.

Alquanto priva di fondamento oggettivo, se non diversamente alimentata da campagne di disinformazione politica oltre che da qualche fazioso scoop giornalistico, appare quindi l’attuale e disonesta sterile fomentata e strombazzata protesta di alcuni ben noti e qualificabili soggetti che, fatta salva l’ignoranza congenita e nota, hanno financo alimentato e amplificato una sorta di demagogica petizione online, gabbando alcuni ignari cittadini firmatari, financo chiedendomi a gran voce di bloccare un appalto pubblico, consapevoli dell’impossibilità di farlo, circa il sistema dei parcheggi in gara.

A costoro dico che la personale storia politica di ognuno di noi e’ legittimata dallo stare in mezzo alla gente – e venerdì ci sarò anch’io in Piazza Pertini, da cittadino Ericino voluto dagli ERICINI a smascherare costoro, se del caso media compresi – e nel sottoporsi al giudizio politico dei cittadini sull’operato dell’azione di governo volta a ricercare soluzioni per meglio offrire ai residenti e non una città civile, sempre più ordinata e sicura, non di certo ispirata dalle politiche populiste e demagogiche del gratis è bello per tutti (ma a spese dei cittadini ERICINI contribuenti) con reazioni rabbiose amlificate dall’alcol web/mediatico che facilmente alimenta strumentalizzazioni e disinformazione.

Se ne facciano una ragione costoro, la faccia e’ la mia ogni giorno esposta al giudizio degli ericini e non, ai quali non ho remora nel rinvolgermi invitandoli a non farsi prendere in giro da codesti millantatori del …NULLA”.

SHARE