Trapani: una proposta speciale affidata alla spiaggia

562

Affiderò le mie parole al mare del tempo“. No, non è l’incipit di “Io ti aspetto” di Marco Mengoni, ma il sunto di una storia che stiamo per raccontarvi e che ci ha fatto emozionare. Una spiaggia a far da cornice ad una proposta speciale, sorprendente, originale. Nell’era in cui si riscontra una grossa crisi valoriale che sta intaccando le basi della nostra società, con i sentimenti sempre più spesso svuotati dei contenuti di una volta, i veri gesti romantici rimangono casi isolati e preziosi, da immortalare, al punto da far notizia e attirare la curiosità della gente. La storia che vi stiamo raccontando ha due attori protagonisti. Lui è Giuseppe, 26 anni di origini campane. Lei, invece, Fabiola, 28 anni, trapanese. Entrambi sono carabinieri. Giuseppe ha scelto dei lumini e la spiaggia alle mura di Tramontana per la proposta di matrimonio.[su_spacer]

Se vuoi chiedermi se sono sicuro ti dico in anticipo di si”. Esordisce così, anticipando anche le nostre domande, Giuseppe nell’intervista rilasciata ai microfoni di Tvio. “A livello emotivo, purtroppo, non riesco a descrivere una cosa del genere. Per capire cosa si prova – ci racconta – occorre viverla. Per l’idea e la collaborazione devo ringraziare anche i miei complici: Simone, Martina, Sara, Vincenzo e i genitori Alfio e Silvana. Io e Fabiola – prosegue Giuseppe  –  stiamo insieme da poco più di un anno e mezzo. Può anche sembrar poco, ma l’amore che provo per lei è davvero infinito, inimmaginabile. Credo proprio che lei sia la donna da sposare. Come ha reagito lei? Piangendo”.

SHARE