Uniti per il Futuro sosterrà l’iniziativa di Co.Di.Ci. sulle agevolazioni per chi denuncia usura ed estorsioni

127

L‘Associazione Uniti per il Futuro e il gruppo consiliare al Comune di Trapani sostengono l’iniziativa proposta dal Centro per i Diritti del Cittadino (CODICI) di modifica del regolamento comunale per agevolare le vittime di usura ed estorsione che hanno denunciato contribuendo alla condanna dei responsabili.[su_spacer]

La proposta di CODICI prevede l’esenzione per cinque anni da imposta sugli immobili, tassa per l’occupazione di suolo pubblico; tassa sui servizi indivisibili; imposta comunale sulla pubblicità, imposta sui canoni idrici.[su_spacer]

«In linea di principio – commenta il capogruppo di Uniti per il Futuro, Girolamo Fazio – l‘iniziativa ci convince e la sosterremo concretamente valutati tutti i presupposti giuridici del pacchetto delle esenzioni. Dal punto di vista operativo verrà predisposto un atto di indirizzo amministrativo che mi auguro possa essere sottoscritto dall’intero Consiglio Comunale con il quale viene dato incarico ai dirigenti competenti di far propria la proposta di regolamento, di apportare eventuali modifiche e di trasmetterla al Consiglio Comunale per la sua approvazione in tempi rapidi».[su_spacer]

«Si tratta di un segnale preciso: la denuncia affranca e rende liberi, la legalità conviene, il Comune sta dalla parte di chi denuncia – sostiene il presidente della Associazione Uniti per il Futuro, Riccardo Saluto –. Un segnale non solo verso gli operatori economici che per loro sventura hanno incrociato il racket dell’estorsione o siano vittima di usura, ma anche un segnale più in generale rivolto all’intera società, a tutti i comparti economici: è come se il Comune ti dicesse che ti è amico, e starà al tuo fianco nella lotta per ripristinare la legalità».

 

SHARE