Sindacati di categoria danno il via libera alla nuova dotazione organica Asp

151

Conclusa anche la consultazione con i rappresentati sindacali del comparto sanità e della dirigenza medica, completatasi ieri pomeriggio, l’atto di indirizzo e la nuova pianta organica dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani saranno deliberate dalla Direzione strategica aziendale lunedì prossimo e inviate poi all’assessorato regionale alla Salute per la ratifica. Martedì scorso i documenti avevano avuto il via libera della Conferenza dei sindaci.[su_spacer]

“Anche dai rappresentanti sindacali abbiamo ricevuto una larga condivisione – ha detto il direttore generale dell’Asp Fabrizio De Nicola – sulle determinazioni aziendali, e abbiamo anche accolto una serie di ulteriori loro richieste. Nell’incremento di 513 posti in organico, abbiamo avuto un particolare riguardo per nuovo personale infermieristico e socio-sanitario.  Confido nella passione di tutti coloro che operano nella sanità trapanese -ha concluso De Nicola – che in questi anni ha operato con personale sottorganico e con grandi sacrifici per dare il massimo dell’offerta sanitaria possibile, garantendo i livelli essenziali di assistenza, previsti dal ministero, per permetterci un ulteriori salto di qualità, così da offrire una sempre migliore offerta sanitaria ai nostri cittadini”.[su_spacer]

“Da adesso non ci sono più alibi, si deve procedere immediatamente alla stabilizzazione del personale precario, in particolare infermieristico e socio-sanitario, che da anni assicura un servizio indispensabile senza alcun certezza per il futuro. Saremo vigili perché il percorso di stabilizzazione avvenga nel più breve tempo possibile”. Così Marco Corrao, segretario provinciale della Cisl Fp Palermo Trapani, ha commentato il via libera dei sindacati di categoria alla nuova dotazione organica e al nuovo assetto organizzativo dell’Asp di Trapani, presentati ieri dal manager della struttura, Fabrizio De Nicola.  Marco Corrao sottolinea la grande valenza delle nuove assunzioni previste nel piano aziendale. “Complessivamente ci saranno 513 nuovi posti di lavoro nella più grande azienda sanitario della provincia – ha affermato Corrao – e questo è un aspetto importantissimo in un momento di grande e grave crisi economica. Abbiamo collaborato attivamente – ha aggiunto Corrao – all’iter per la riorganizzazione dei servizi e siamo soddisfatti per il risultato raggiunto, ma riteniamo che sarebbe stato opportuno incrementare ancora il personale infermieristico, parte principale dell’attività dell’Asp. Da parte nostra ci sarà il massimo impegno, affinché quanto previsto nella nuova strategia aziendale si traduca subito in fatti”.[su_spacer]

Il segretario generale della Uil Fpl Trapani, Giorgio Macaddino ha espresso soddisfazione per il risultato raggiunto dal direttore dell’Asp di Trapani, Fabrizio De Nicola che, ha commentato il sindacalista, “è riuscito in questi anni di enorme difficoltà a far aumentare il budget economico pari a 8 milioni di euro, rispetto alla dotazione precedente, con l’istituzione di circa 500 nuovi posti di lavoro che, a vario titolo, raggruppano o interessano diverse figure professionali, di cui alcune di nuova concezione”. Il segretario generale della Uil Fpl Trapani ha messo in evidenza alcune perplessità sul fatto che l’assessorato regionale alla Salute possa entrare nel merito di quanto deliberato, concertato e concordato fra sindacati e vertici dell’Asp di Trapani. “L’auspicio – ha concluso Macaddino – è che dagli uffici di Piazza Ottavio Ziino non stravolgano il nuovo piano aziendale”.

SHARE