Castelvetrano, un bene confiscato diventa un orto fattoria per ragazzi diversamente abili

165

Il Sindaco della città di Castelvetrano Selinunte, Avv. Felice Errante, ha presenziato all’inaugurazione, tenutasi questa mattina, dell’orto fattoria che sorge in via Partanna, contrada Staglio, su un terreno sequestrato alla mafia. All’iniziativa erano presenti anche il presidente del Consiglio Comunale Vincenzo Cafiso, alcune scolaresche, le autorità militari, il presidente dell’associazione anti-racket Libero Futuro, Nicolò Clemenza, l’amministratore giudiziario dott.Candela, ed i componenti dell’associazione “Noi e Dopo di Noi” che hanno lavorato con grande impegno alla bonifica del sito.[su_spacer]

L’Orto fattoria è nato dall’impegno di un gruppo di genitori con figli diversamente abili che hanno costituito la predetta Associazione e che hanno chiesto l’assegnazione di un bene sequestrato alla criminalità, per trasformarlo in una piccola oasi per giovani in difficoltà. L’idea nasce da una proposta portata avanti dal Lions di Castelvetrano, il cui presidente del tempo era il Dr. Livio Elia Maggio e dal presidente dell’associazione, signor Vincenzo Parrino, si è così riusciti a trasformare un sogno nel cassetto di alcune famiglie in difficoltà in una bellissima realtà.[su_spacer]

“Siamo particolarmente lieti di vedere il lavoro che questi genitori e questi giovani hanno compiuto per trasformare quello che era quasi un rudere in un posto accogliente e confortevole- ha detto il sindaco- la nostra città si è vista assegnare nel tempo molti beni sottratti alla criminalità organizzata, ma mai come oggi mi è capitato di leggere negli occhi dei genitori e dei bambini una gioia così contagiosa, quindi abbiamo fatto bene a sostenere con grande entusiasmo la proposta di questi genitori che con grande amore, impegno e dedizione hanno trasformato un sogno in una splendida realtà che sarà un punto di riferimento per tanti giovani diversamente abili che qui potranno socializzare, vivere in armonia con la natura e trascorrere delle ore con spensieratezza- ha continuato il primo cittadino- consentitemi un ringraziamento particolare al Presidente della Sezione Misure Prevenzione del Tribunale di Trapani, Dr. Piero Grillo, per la grande sensibilità e disponibilità mostrata”.

SHARE