Zoomafia a Trapani, venerdì 2 ottobre Enrico Rizzi incontrerà il questore di Trapani

252

“Maltrattati, rubati, uccisi, sfruttati. Decine e decine di animali sono nelle mani criminali della Zoomafia che li sfrutta per motivi economici, di controllo sociale e di dominio territoriale. Gli attori di queste violenze sono persone singole o associate che appartengono alla criminalità organizzata e che vanno subito identificati e fermati. Fondamentale anche mettere al sicuro rizzigli animali, sottraendoli dalle grinfie dei loro aguzzini”. Ne è assolutamente convinto il Capo della Segreteria Nazionale del Partito Animalista Europeo, Enrico Rizzi, che per questo motivo, venerdì mattina alle ore 11.00 incontrerà il Sig. Questore di Trapani per discutere delle iniziative urgenti da intraprendere. Rizzi è certo che “le Istituzioni daranno un forte segnale in città, perché la lotta alla criminalità è sempre stata uno dei principali obiettivi ed impegni dello Stato”.

SHARE