Parcheggiatori abusivi a Trapani, il sindaco Damiano e il Prefetto Falco assicurano misure concrete

97

La parola d’ordine è “RIPRISTINARE LA LEGALITA’ , ed quello di cui si è discusso alla riunione con il Comitato per l’Ordine Pubblico e la Sicurezza, convocata giovedì 1 ottobre scorso dal Prefetto Leopoldo Falco. Si è fatto il punto sulla situazione microcriminalità crescente in città, e la risposta dello Stato non si è fatta attendere. Sul fenomeno dei parcheggiatori abusivi, il Prefetto ha dunque riassunto, alla presenza del Sindaco Damiano, i contenuti dell’incontro tenutosi nei giorni scorsi con la delegazione dell’Associazione Co.Di.Ci. e di “Progetto per Trapani”, al quale ha rivolto l’invito ad affrontare concretamente il problema, per il tramite della Polizia Municipale, perchè le denunce degli albergatori e dei cittadini continuano ad arrivare con cadenza quasi quotidiana, ribadendo che c’è un problema di sicurezza e le Istituzioni hanno il dovere di far sentire la loro presenza.[su_spacer]

E’ stato quindi assicurato, dal primo cittadino, il debito e pronto intervento nei termini anzidetti ma, consapevole di dover trovare misure più concrete a risolverlo definitivamente nel tempo, lo stesso si è dimostrato anche consapevole che le strisce blu, istituite non per tutta l’area ma in percentuale, come previsto dal Codice della Strada, garantirebbero tutela per l’incolumità dei cittadini e turisti, decoro urbano, oltre a ristabilire l’ordine e quindi la sicurezza. Al Prefetto è stata quindi data ampia garanzia che in queste aree la tariffa sarebbe comunque simbolica, a 10cent/ ora.[su_spacer]

Questa soluzione, si ricorderà, è stata proposta quale ultima ratio, dall’associazione “Progetto per Trapani – Uniti per la Sicilia”, la quale aveva anche suggerito di dover destinare obbligatoriamente gli introiti per la manutenzione delle suddette aree.[su_spacer]

“Ci riteniamo estremamente soddisfatti dell’impegno assunto dal Prefetto, il quale continuerà a monitorare l’evolversi della situazione – commenta l’Avv. Vincenzo Maltese, Segretario di Codici Trapani, che ha posto il problema dell’abusivismo dilagante in città quale problema di Ordine pubblico e  Sicurezza, alla luce delle denunce e testimonianze portate al cospetto del rappresentante del Governo.[su_spacer]

“Ci riterremo soddisfatti se gli impegni assunti dal Sindaco verranno mantenuti nel brevissimo termine, perchè gli albergatori e i cittadini adesso aspettano risposte concrete da questa amministrazione”- conclude Maltese.

Intanto è di ieri la notizia, i cui fatti saranno denunciati dal titolare della struttura sia al Prefetto che alla magistratura, che alcuni turisti hanno preferito lasciare anzitempo la città, in danno dunque dell’albergo, per essere stati vittima delle molestie dei parcheggiatori, essendosi rifiutati di pagare il “pizzo”.

SHARE