San Vito Lo Capo, al via venerdì 9 il “No Barrier Tour”

212

San Vito lo Capo si conferma punto di riferimento non solo per il turismo nazionale e internazionale, ma anche per le iniziative che riguardano i diversamente abili. Dopo la spiaggia attrezzata arrivano anche i corsi per subacquei, che per tre giorni formeranno nuovi atleti in grado di superare anche la barriera della profondità.[su_spacer]

Dal 9 all’11 ottobre si terrà presso il Villaggio La Pineta – che dispone di un’ampia piscina – il primo No Barrier Tour (NBT) in Italia, organizzato dall’Associazione Sportiva Dilettantistica Meandros che ha sede a Palermo col patrocinio del Comune di San Vito e della Soprintendenza del Mare con il locale Diving Sea Diver. Saranno tre giornate durante le quali volontari ed istruttori della Disabled Divers International provenienti dalla Grecia e dal Portogallo introdurranno 12 partecipanti diversamente abili al mondo della subacquea attraverso immersioni assistite. Una occasione anche per confrontarsi sullo stato dell’arte della medicina subacquea e dei suoi benefici sul trattamento di alcune patologie invalidanti.[su_spacer]

“Spero che si tratti di un  primo passo verso la fruizione completa delle meraviglie del nostro mare – dice il sindaco Matteo Rizzo – ricco di vita, colori e storia”. Il No Barrier Tour  vuole essere pertanto il punto di partenza con cui l’Associazione Meandros ed i suoi partners (DDI, SMMS, Unitalsi, Associazione Fuoritutti) intendono avviare un percorso di ricerca in grado di sviluppare la valenza riabilitativa oltre che ricreativa di questa attività sportiva. “Tanto l’entusiasmo di tutti attorno all’evento-, dice il Presidente dell’Associazione Meandros Nicola Mariga, istruttore DDI-, fondamentale il sostegno di quanti hanno creduto fin da subito nell’iniziativa.[su_spacer]

Il programma dell’evento comprende anche tavole rotonde, dibattiti e visite guidate alle eccellenze archeologiche locali.

SHARE