Trapani, ladri finiscono in manette

178

Nella giornata di ieri, tre giovani sono finiti in manette con l’accusa di tentato furto aggravato.[su_spacer]

I ragazzi, tutti diciannovenni, secondo il resoconto degli investigatori, avrebbero saccheggiato la cantina di un palazzo sito in via Massa, facendo man bassa di attrezzi da lavoro per un valore di circa 500 euro.[su_spacer]

Ad allertare le Forze dell’Ordine, un abitante del quartiere di Villa Mokarta, che ha sentito rumori provenienti dalla rampa di scale di un palazzo della via Raffaello Sanzio. Osservandoli dalla finestra di casa, il cittadino ha notato che i malviventi, allontanatisi dall’edificio, si erano recati in via Massa alla ricerca di altre case da svaligiare. Qui si sono introdotti nella cantina per mettere in atto il loro proposito.[su_spacer]

Mirko Alvaro, Emilio Minardi e Giovanni Angelo sono stati bloccati dagli agenti della volante  con ancora in mano gli arnesi utilizzati per lo scasso. In particolare, un cacciavite ed un avvitatore elettrico dei quali avrebbero tentato di sbarazzarsi;  la refurtiva era invece stata occultata in un’aiuola.[su_spacer]

Dopo la convalida dell’arresto da parte del Gip del tribunale di Trapani, i tre complici sono stati sottoposti alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nei comuni di Trapani e Erice, dove risiedono. Inoltre, non potranno allontanarsi dalle loro abitazioni dalle 21 alle 7.

SHARE