Querelle Ippolito, le puntualizzazioni del sindaco Tranchida

202

Al fine di contribuire ad una più completa e corretta informazione in merito alla vicenda giudiziaria (QUI) del dott. Ippolito con il Comune di Erice, il sindaco di Erice Giacomo Tranchida reputa necessario puntualizzare che “il Tribunale di Trapani, Giudice del Lavoro dott. Mauro Petrusa, nel definire il ricorso iscritto al n. 1863/2015 con sentenza n.430/2015 del 09.10.2015 ha RIGETTATO la richiesta di reintegrazione del dott. Ippolito nelle pregresse funzioni di Comandante della P.M. affermando in motivazione “il ricorso va rigettato, non potendosi ravvisare alcuna “ revoca” dell’ incarico in senso tecnico e non avendo il ricorrente provato il proprio diritto ad ottenere un nuovo incarico alla scadenza del precedente” . Il Comune di Erice ha altresì disposto gli atti per proporre reclamo all’ ordinanza ex art. 700 c.p.c. n.5670/2015 del 12.10.2015, resa in esito al procedimento r.g. 847/2015 e per appellare la sentenza che ha deciso il ricorso r.g. 1863/2015, nella parte in cui è stato accordato in via equitativa al ricorrente il risarcimento del danno non patrimoniale da demansionamento in ragione di € 10.000,00. Tanto per debito di verità e corretta informazione ai fini del corrente iter giudiziario”.

SHARE