A Pantelleria la prima assistenza per un presunto caso di Ebola

185

L’onorevole Paolo Ruggirello, appresa la notizia di un caso di Ebola accolto nel pomeriggio di ieri nel presidio sanitario di Pantelleria, ha attenzionato e seguito le varie fasi di ricovero attuate con grande professionalità e fermezza dal personale medico.[su_spacer]

“Al medico di turno e all’infermiere va il grande plauso per aver saputo fronteggiare un’emergenza che si è verificata per la prima volta sull’isola”  – dichiara Ruggirello, il quale è stato in contatto con l’equipe medica di stanza a Pantelleria per capire se ci fossero particolari rischi, anche, per i residenti.[su_spacer]

L’uomo ricoverato è un filippino, componente dell’equipaggio di un mercantile, proveniente dalla Guinea. L’imbarcazione sulla quale viaggiava ha fatto scalo a Pantelleria per richiedere le opportune cure. Il marinaio, infatti, presentava sintomi di febbre e alcuni parametri ufficiali che hanno lasciato presagire il rischio di un contagio. Dopo l’isolamento previsto, assistito dall’infermiere che ha adottato le precauzioni necessarie per evitare il diffondersi dell’epidemia e riducendo al minimo i contatti, il paziente è stato trasportato allo Spallanzani di Roma e sottoposto a quarantena nel reparto specializzato. Si attendono i risultati dal Ministero ma non si temono rischi sull’isola grazie alla prontezza delle cure.[su_spacer]

*Foto tratta dal web

SHARE