Per la prima volta nella storia l’Efebo a Selinunte

204

Il Sindaco della città di Castelvetrano Selinunte, Avv. Felice Errante, non ha nascosto l’orgoglio per la grande partecipazione alla giornata di cultura che è stata organizzata in occasione del ritorno alla casa natale dell’Efebo. Una giornata ricca di particolari suggestioni con vari appuntamenti che l’hanno contraddistinta, prima della sua emozionante conclusione con il taglio del nastro che ha aperto del porte della mostra che è stata allestita per il ritorno dell’Efebo a Selinunte. Il giovinetto bronzeo dell’Efebo, di proprietà del Comune di Castelvetrano che è custodito presso il Museo Civico di via Garibaldi, è stato temporaneamente trasferito presso il Parco Archeologico di Selinunte, e sarà esposto presso la Casa del Viaggiatore, all’interno dell’Acropoli, nell’ambito della mostra  “Selinunte accende lo spirito dell’arte greca in Sicilia, precorrendo la via dei Mulini e la Regia trazzera” che è stata ideata e curata dal consulente del Sindaco per la rivalutazione  e la riqualificazione culturale del territorio, Dr. Emerico Amari. L’evento che è stato fortemente voluto dalla Civica Amministrazione, ed è realizzato sotto l’alto patrocinio di Expo 2015, è patrocinato dall’Assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana della Regione Siciliana, dal Parco Archeologico di Selinunte e Cave di Cusa e sponsorizzato dalla compagnia di assicurazioni Willis Italia.[su_spacer]

La giornata ha preso il via già presso l’auditorium Ninni Fiore di via Garibaldi, con una interessante convegno sull’importanza della programmazione con i nuovi fondi strutturali europei, alla presenza di due eminenti personalità come l’Avv. Aurelio Bruno, amministrativista già Presidente della Cabina di Regia della Regione Siciliana per i fondi strutturali ed il Prof. Aurelio Angelini , Direttore in Sicilia della Fondazione Patrimonio UNESCO. Esperto nelle politiche di gestione e pianificazione delle risorse Ambientali, dei Beni Culturali e del Patrimonio UNESCO. Svolge attività di ricerca e di pianificazione dei beni ambientali e culturali. Presidente in Italia per l’UNESCO del Comitato Scientifico del Decennio per l’Educazione allo Sviluppo Sostenibile.[su_spacer]

L’incontro, promosso e organizzato dal Comune di Castelvetrano, ha affrontato il tema sulla gestione dei fondi strutturali europei che rappresenta uno dei più complessi profili di interazione tra le amministrazioni regionali, quella nazionale e l’Unione Europea. La giornata è proseguita presso il Parco Archeologico di Selinunte con un interessante convegno , organizzato con il patrocinio del Consorzio di ricerca Gian Pietro  Ballatore, sul tema dei grani storici siciliani. Qualche mese fa, come è noto, alle spalle dei templi è stata individuata un area dove è stato piantumato il grano e che ha prodotto circa 10 quintali di farina.  L’assessore Paolo Calcara, che è anche Presidente del comitato Expo Selinunte Valle del Belice insieme ai relatori ha illustrato ai ragazzi le tecniche di lavorazione e di coltivazione del grano all’ombra dei templi di Selinunte,  e con la farina Timilia che è stata tratta dal raccolto sono state poi realizzate le busiate selinuntine che sono state  offerte in degustazione al termine della manifestazione. Successivamente il Sindaco ha consegnato la cittadinanza onoraria all’archeologa francese Martine Foourmont che da 40 anni vive nel nostro territorio e che ha lavorato incessantemente per portare alla luce le testimonianze delle nostre antiche vestigia all’attenzione della comunità scientifica internazionale. Ed infine il taglio del nastro che ha aperto la casa del viaggiatore ed il suo nuovo ospite alla fruizione del numeroso pubblico presente.[su_spacer]

Il primo cittadino ha affermato: “Senza tema di smentita oggi è una giornata storica per il nostro territorio perché con il lavoro portato avanti negli ultimi due anni ora possiamo affermare con certezza di aver rimesso il Parco Archeologico al centro del territorio con la certezza che potrà diventare un volano culturale ed economico prezioso. Abbiamo creduto a questa idea progettuale che è stata portata avanti dal dr. Amari e voglio ringraziare la Sovrintendenza e la Direzione del Parco per la collaborazione e siamo certi che questa scelta aumenterà il numero delle presenze nel centro storico della città grazie al biglietto unico che è stato predisposto per consentire la visita alla Casa del Viaggiatore ed al Museo Civico – ha detto il Sindaco-  abbiamo voluto sottolineare questa giornata con l’attribuzione meritatissima della cittadinanza onoraria ad una donna che ama il nostro territorio e che tanto ha fatto  per divulgarne la conoscenza come la dr.ssa Fourmont e per questo rivolgo un ringraziamento al presidente del club Unesco, dr.Nicola Miceli, per averla proposta, e al consiglio comunale tutto per aver esitato favorevolmente  questo riconoscimento”.

SHARE