Trapani: aggrediscono Poliziotti per sfuggire a sequestro motorino, arrestati

257

Nella giornata di ieri, la Polizia di Trapani e il Reparto Prevenzione Crimine di Palermo hanno effettuato un controllo integrato nel quartiere popolare di S. Alberto.
L’intero quartiere è stato letteralmente passato al setaccio attraverso numerosi posti di controllo che hanno portato all’identificazione di circa 200 persone e al controllo di 40 mezzi.[su_spacer]

Nel corso delle attività di controllo sono stati emessi due arresti nei confronti di B. M., classe 1979 e il figlio D.G.  classe 1997, entrambi pluripregiudicati per numerosi reati contro il patrimonio. I due soggetti, nello specifico, al fine di evitare il sequestro di un ciclomotore sprovvisto di assicurazione e di targa, non hanno esitato a scagliarsi contro i Poliziotti. Il giovane alla guida del ciclomotore, dopo una rocambolesca fuga per le vie cittadine, è stato bloccato nel piazzale antistante la sua abitazione. Dopo aver danneggiato il proprio mezzo con numerosi calci, nel tentativo di sottrarlo al provvedimento di sequestro, avvalendosi dell’altro complice, ha quindi aggredito gli agenti intervenuti. Definitivamente bloccati, i due sono stati arrestati per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato.

SHARE