L’Area Marina Protetta Isole Egadi aderisce alla “Carta del Mare 2015”

166

Anche l’Area Marina Protetta Isole Egadi ha deciso, quest’anno, di aderire alla “Carta del Mare”, la rete che riunisce le buone pratiche di gestione dell’ambiente marino-costiero, istituita dal Mu.MA (Musei del Mare e delle Migrazioni di Genova).[su_spacer]

Nata nel 2009 e istituita dal Mu.MA nell’ambito del Parco Culturale del Mare, la Carta del Mare (www.cartadelmare.it) offre a soggetti pubblici e privati dell’area del Mediterraneo l’opportunità di condividere le “buone pratiche” di salvaguardia, conoscenza e sostenibilità dell’ambiente marino e costiero.  Il filo conduttore è quello della sostenibilità socio-ambientale e della responsabilità sociale. La Carta del Mare ha raccolto nei primi 5 anni più di 2.500 buone pratiche di soggetti pubblici, privati e del privato-sociale, a partire dalla Liguria, fino al bacino del Mediterraneo, coinvolgendo enti locali, aree marine protette e  parchi naturali, musei, istituti scolastici, associazioni, strutture ricettive, imprese e stabilimenti balneari.[su_spacer]

È una carta a punti, in cui ogni aderente valuta le sue buone pratiche dando un punteggio: 5 punti in caso di buona pratica in fase di realizzazione, 10 punti in caso di buona pratica adottata. Quest’anno hanno partecipato ben 70 soggetti, tra pubblici e privati, ed anche l’Area Marina Protetta Isole Egadi ha deciso di aderire, inserendo le sue buone pratiche e raggiungendo un punteggio di 395 punti.[su_spacer]

“Abbiamo risposto con entusiasmo alla proposta di adesione dei Musei del Mare di Genova – dichiara il presidente dell’AMP e Sindaco del Comune di Favignana, Giuseppe Pagoto – per mettere in rete e a confronto, a livello nazionale,  le tante buone pratiche di gestione del mare e della costa che abbiamo realizzato, come area marina protetta, in questi anni”.

SHARE