Sicurezza a Trapani, stamani incontro in Prefettura

112

Si è tenuta questa mattina in Prefettura una riunione alla presenza oltre che del Prefetto anche del Sen. Santangelo, del Sindaco di Trapani, delle Forze dell’Ordine, dei rappresentanti dell’Associazione CO.DI.CI. – Centro per i Diritti del Cittadino e dell’Associazione Progetto per Trapani e dei commercianti.[su_spacer]

Il tema affrontato è stato la sicurezza e il fenomeno dei parcheggiatori abusivi, in città dopo circa 40 giorni di attività sul territorio da parte delle Forze di Polizia. Richieste di intervento che erano appunto partite dai cittadini e che il Prefetto Falco ha recepito e condiviso come impegno che intende mantenere nel tempo.[su_spacer]

Dal quadro della situazione esposto e i risultati sino ad oggi ottenuti,  sono state evidenziate alcune richieste da parte dei cittadini e cioè una maggiore presenza e intensificazione di controllo sul territorio che possano arginare anche i soli tentativi di atti criminali. Dopo aver appreso da parte del Sindaco Damiano di circa 70 telecamere oggi in funzione in città (per lo più nel Centro storico)  per la videosorveglianza, anche per risolvere in qualche modo il problema di carenze di organico, l’Avv. Vincenzo Maltese Segretario di Co.di.Ci, presente con una delegazione della stessa associazione, ha proposto al Sindaco di Trapani di stipulare convenzioni o protocolli d’intesa con associazioni di volontariato e di Protezione civile (Guardie ambientali, Antras ecc…) che possano far da ausilio alle forze dell’Ordine, con compiti di monitoraggio e controllo di varie zone, per lo più di quelle ove in percentuale vengono commessi reati contro la persona e il patrimonio. La proposta, peraltro già in fase di sperimentazione in questi giorni a Piazza Vittorio in ausilio al Corpo di Polizia Municipale, è stata ampiamente condivisa da tutti i presenti, oltre che dal Sindaco e dalle Forze dell’Ordine, anche da Progetto per Trapani, dai commercianti, dal Sen. Santangelo e dal Prefetto Falco.[su_spacer]

L’impegno assunto dai partecipanti al tavolo fortemente voluto dal Prefetto è indiscutibilmente di collaborazione tra le istituzioni, i cittadini e le associazioni che affrontano problematiche sulla legalità, tanto da aver concordato un prossimo incontro per far il punto sulle questioni sollevate in particolar modo dai cittadini e dai commercianti e le proposte avanzata oggi in questo tavolo.

SHARE