Trapani, incontro con il Prefetto sul ddl relativo alle sale slot

58

Si è tenuto Sabato 7 novembre a Trapani un incontro con una delegazione dell’ass.ne Codici – Centro per i Diritti del Cittadino, e il Prefetto Leopoldo Falco, per illustrare alcuni punti inseriti nella bozza del Disegno di Legge pronto per essere presentato e discusso all’ARS. Alla riunione ha presenziato anche Gino Gandolfo del Comitato regionale “Mettiamoci in Gioco contro l’azzardo”. Il DDL prevede tra gli altri, l’obiettivo di istituire proprio un tavolo tecnico o meglio un osservatorio da tenersi proprio presso la Prefettura, dove far confluire tutti i dati del fenomeno legati con connessioni alla criminalità ed episodi delinquenziali. Gli incontri, da tenersi ogni 60 giorni, vedrebbe la partecipazione dei rappresentanti degli Enti locali (Sindaci, comandanti di P.M., nonché responsabile Servizi Sociali) unitamente alle forze dell’Ordine, per monitorare e tenere sotto controllo le aperture di sale slot, con i fenomeni criminali ad esso collegati.  E il Prefetto, già dal prossimo mese di Dicembre o con l’inizio del nuovo anno, potrebbe già tenere la prima seduta organizzativa.[su_spacer]

“Paradossalmente abbiamo lo Stato contro lo Stato…per questo l’Associazione Codici sta lavorando per istituire i tavoli in tutte le Province – anticipa l’Avv. Vincenzo Maltese, Segretario di Codici Trapani, e il Prefetto si è detto entusiasta dell’iniziativa condividendone i contenuti del DDL, soprattutto nel dare più potere ai Sindaci nel regolamentare le aperture delle sale gioco, in particolare in certe aree più degradate ove è incontrovertibile che le fasce più deboli gettano via i propri risparmi e – conclude il legale – dove l’azzardo incrementa l’illegalità e l’usura favorendo le infiltrazioni criminali.[su_spacer]

Il Disegno di legge sarà sostenuto dagli On.li Nello Musumeci, Presidente Commissione Regionale Antimafia e dall’On.le Mimmo Fazio, componente della stessa commissione.

SHARE