Trapani, ieri un concerto di cantanti neomelodici al carcere San Giuliano

498

Si è svolto ieri all’interno del teatro della Casa Circondariale di Trapani,  uno spettacolo musicale di  cantanti neomelodici, in favore dei detenuti del Reparto Mediterraneo. Lo spettacolo ha avuto come protagonisti 2 noti cantanti trapanesi  (padre e figlia) Raimondo e Deborah Incalcaterra,  che hanno emozionato i presenti con canzoni del repertorio classico napoletano, suscitando applausi a scena aperta tra i detenuti presenti.[su_spacer]

Alla fine dello spettacolo sono stati distribuiti generi di prima necessità ai detenuti meno abbienti grazie ad una donazione da parte del signor Grammatico Michele e la Ditta Central Frutta. [su_spacer]

Il concerto fa parte di una serie di spettacoli in favore della popolazione detenuta, organizzati dalla Direzione, con la collaborazione di gruppi musicali ed altri artisti, al fine di dare qualche ora di allegria ai detenuti e alleviarne la detenzione. “Ringraziamo sempre di cuore chi dona il proprio tempo libero, in maniera del tutto gratuita, in favore delle categorie disagiate, in questo caso dei reclusi del carcere di San Giuliano” – ha dichiarato il Comandante di Reparto, Commissario Giuseppe Romano.[su_spacer]

Nella foto: Raimondo Incalcaterra, con i figli Nino e Deborah, Pietro Todaro e Michele Grammatico, insieme alla Insegnante della Scuola Pagoto Prof. Maria Pia Castiglione e un gruppo di detenuti stranieri che frequentano il Corso di Alfabetizzazione.

 

 

F.to

SHARE