Niente lavoro? Faccio il militare di carriera

93

La situazione dell’Italia, dal punto di vista lavorativo, non è sicuramente delle migliori. Naturalmente in molti si affannano a sostenere il contrario, sciorinando dati e percentuali che, tuttavia, non corrispondono al sentimento popolare. Il perché lo si capisce soltanto facendo un giro negli uffici di collocamento, guardando in faccia uno per uno quei giovani alla continua ricerca di un’occupazione, ma che hanno lo sguardo di chi sa bene che le cose non cambieranno. E questo è il principale motivo per cui una buona parte dei giovani italiani ha deciso di lasciare il Paese, la famiglia, per andare alla ricerca di un lavoro dignitoso e non sottopagato all’estero.[su_spacer]

Un’altra alternativa molto gettonata è quella di crearsi un posto di lavoro “dal nulla”, aprendo un’attività, mettendo su un’azienda, soprattutto nell’ambito agricolo che negli ultimi tempi sta dando diverse opportunità. Certo, tutto questo va bene, ma non si ha però la possibilità di acquistare una casa chiedendo un mutuo o per chi il lavoro lo aveva, anche fare domanda di surroga o sostituzione di mutuo se nel frattempo non si ha un introito che possa essere certificato e idoneo alla richiesta. Difficile quindi mettere su famiglia.[su_spacer]

E allora quali soluzioni restano per i giovani? Una, per esempio, è fare il militare di carriera. Questa professione era molto ambita un cinquantennio fa. Oggi, in molti scelgono la carriera per avere un posto sicuro. E così chi volesse cogliere la palla al balzo, può farlo anche a Palermo cliccando sul sito dell’esercito italiano e tentando di percorrere questo sentiero. A differenza delle volte precedenti è stato eliminato il requisito di altezza minima richiesta, cosa che apre le porte di questa carriera anche a chi non è altissimo ma desideri comunque entrare nelle forze militari. Rimane invece il requisito del possesso della cittadinanza italiana e l’età compresa tra i 18 e i 25 anni, ovviamente fedina penale pulita ed esito negativo per quanto riguarda l’uso di sostanze stupefacenti e abuso di alcol.[su_spacer]

Insomma, resta da sperare che chi sceglie questo percorso continui a farlo anche per quello che rappresenta, non solo per avere la possibilità, più che sacrosanta, di portare a casa uno stipendio sicuro.

SHARE