Fase C piano assunzioni docenti, da domani convocazioni per 349 docenti a Trapani

158

I docenti titolari di supplenza fino al 30 giugno o al 31 agosto che saranno convocati per firmare una proposta di assunzione in “Fase C del piano assunzioni 2015/2016” possono rinunciare alla supplenza prima o contestualmente alla data di convocazione per la scelta della sede.[su_spacer]

Lo rende noto il segretario generale della Uil Scuola Trapani Giuseppe Termini, che in tal senso ha avuto rassicurazioni in via ufficiosa dalla direzione dell’Ufficio scolastico territoriale di Trapani.[su_spacer]

“Riteniamo fondamentale – afferma Termini – chiarire i tanti dubbi che stanno tormentando quanti si apprestano a firmare una proposta di assunzione in fase “C” secondo la legge 107/2015. I docenti titolari di supplenza fino al 30 giugno o al 31 agosto per i quali l’art. 1 coma 99 della legge 107/2015, che prevede il differimento della presa di servizio, possono rinunciare alla supplenza, prima o contestualmente alla data di convocazione per la scelta della sede, evitando in tal modo di fare scelte inconsapevoli. In tal caso l’interessato potrà perfezionare la scelta della sede con l’immediata presa di servizio già dal primo giorno utile cioè successivo alla data di convocazione. La Uil Scuola Trapani nel rassicurare il personale interessato, auspica l’intervento di una nota da parte dell’USR Sicilia che dirima ogni dubbio interpretativo”.[su_spacer]

In provincia di Trapani gli interessanti alla Fase C, che saranno convocati a partire da domani, sono complessivamente 349 (139 per la scuola primaria, 40 per la scuola secondaria di primo grado, 125 per la scuola secondaria di secondo grado e 45 per il sostegno).[su_spacer]

“Stupisce – conclude il segretario generale della Uil Scuola Trapani – come alla vigilia delle convocazioni ancora non si conoscano nel dettaglio la distribuzione definitiva dei posti tra le varie scuole del Trapanese e gli elenchi degli immessi in ruolo sia delle Graduatorie ad esaurimento sia delle Graduatorie di merito”.

SHARE