Trapani: Scoppia la polemica sugli alberi di Natale in distribuzione ai commercianti

302

12369998_10207393878677774_1464052042_oSono in distribuzione da stamane, le piante donate dalla Forestale agli esercenti trapanesi che ne hanno fatto richiesta. Tuttavia è già scoppiata la polemica sulle dimensioni degli alberi, che commercianti e non ritengono striminziti. A far da portavoce alle lamentele di questi ultimi, il consigliere comunale Francesco Salone, il quale dichiara in una nota: L’amministrazione comunale di Trapani ha cominciato oggi a distribuire gli Alberi di Natale. In verità è anche difficile definirli tali. Sarebbe come definire balena una sardina, o molosso un chihuahua. Alberelli striminziti che meglio sarebbe stato lasciare a dimora per farli crescere ancora. Ramoscelli, piuttosto, potrebbero essere definiti; talmente fragili da far apparire un crimine addobbarli con luminarie, fiocchi e palline. Ed infatti molti commercianti, indignati, arrabbiati, tristemente divertiti, li hanno rifiutati restituendoli al mittente. Mesta e logica conclusione di un tentativo mal pensato, mal realizzato, mal riuscito. Mi chiedo se anche gli assessori della giunta, Michele Cavarretta, Piero Spina, Antonino Giglio, Francesco Briale, Giuseppe Licata, Loredana Mazzarella, condividono questa dilettantesca trovata del loro sindaco. In sovrapprezzo, trattandosi di alberi vivi, con tanto di apparato radicale, provenienti dai vivai della forestale, dopo la distribuzione dovranno anche essere restituiti, con tutto ciò che comporta dal punto di vista organizzativo una tale decisione. Ma non sarebbe stato meglio, a questo punto, plastica rappresentazione di questa giunta, alzare le braccia, arrendersi all’evidenza e liquidare tutto come facevano i capocomici delle compagnie di giro: “bambole non c’è una lira””.

SHARE