Video – Anche la marsalese Giulia Accardi tra le modelle del calendario Beautiful Curvy

1318

Non un semplice calendario e nemmeno un susseguirsi di immagini di donne perfette ed irreali, ma un vero e proprio messaggio che con cadenza mensile sottolinei e ricordi il valore della diversità ed unicità, di corpi sinuosi che esprimono una propria identità, non omologandosi agli stereotipi di bellezza imposti da un sistema troppo spesso lontano dalla realtà.[su_spacer]

Giulia Accardi, la terza da sin.
Giulia Accardi, la quarta da sin.

Un desiderio divenuto possibile grazie alla costanza e perseveranza di Barbara Christmann, redattrice e corrispondente moda di testate internazionali che, in primis, attraverso il suo Blog beautifulcurvy.com, ha ideato un contenitore volto a supportare, consigliare e comunicare un mondo Curvy a 360°, con un obiettivo ben chiaro: sostenere e valorizzare ogni donna al di là della fisicità che la distingue.

Alla sua quarta edizione, il Calendario ritrae un insieme eterogeneo di donne curvy, immortalate dall’obiettivo di Stefano Bidini, fotografo moda e sostenitore da sempre del progetto, che in un gioco di squadra rivendicano il loro spazio nella società.[su_spacer]

Donne normali, lontane dal Fashion System, che divertite interpretano il ruolo da modella, valorizzate dagli accorgimenti di Make-up Artists di Aegyptia Milano Make-up e da Sebastiano Attardo, Hair Stylist di note Celebrities e fondatore dei Saloni Imago.[su_spacer]

Tra le modelle anche la marsalese Giulia Accardi, finalista del concorso “Miss Italia Curvy” edizione 2015 ed eletta dal web, lo scorso 24 luglio, quale vincitrice del concorso insieme a Verdiana Vitti e Vincenza Botti, accedendo di diritto alle prefinali di Jesolo.

Il Calendario Beautiful Curvy 2016, scaricabile gratuitamente o acquistabile su ordinazione sull’omonimo Blog, rappresenta così uno strumento attraverso il quale proporre un modello positivo, che possa aiutare l’emisfero femminile a comprendere che ciò che davvero conta è l’amore per se stesse, al di là della forma che lo contiene, sostenendo un concetto di benessere legato alla capacità di stare bene nel proprio corpo, in salute, sollevando chiunque dal senso di inadeguatezza e frustrazione nel perseguire qualcosa che in realtà non ci appartiene.[su_spacer]

Un set dinamico, frizzante e motivato con donne di età, provenienza e corporeità di natura differente, scortate da veri e propri bodyguard, presenze maschili per la prima volta del Calendario, uniti dalla forza di comunicare un messaggio profondo: l’accettazione e la valorizzazione.[su_spacer]

Un ventaglio di Sponsor di tutto rispetto: Big & Tall per l’importazione dall’estero di taglie plus size, Bonprix, Christies per gli abiti Shapedress ed i costumi, Maxfort per gli outfit maschili, Impronte by Parah per il beachwear, Sophia Curvy, Sara Borghi per calze e collant, Kiabi ed infine Wonderfull per il bustino in copertina.[su_spacer]

Una Curvy Revolution che nel Curvy Pride, ideato tre anni fa da Marianna Lo Preiato, ha portato in piazza ciò che ha mosso, ancor prima, la nascita del Calendario Beautiful Curvy.[su_spacer]

Dentro e fuori dal set, l’unione fa la forza![su_spacer]

[su_slider source=”media: 35475,35478,35477,35476,35474,35473,35472,35471,35468,35469,35470″ link=”image” title=”no”]

[su_vimeo url=”https://vimeo.com/151197414″]

SHARE