Nacci: “Nessuna querela nei confronti di Tranchida”

 

“Di questi tempi il sindaco Tranchida fa molta confusione; il suo nervosismo e la sua permalosità lo portano a dire come al solito bugie, per dimostrare a  tutti che è la solita vittima del sistema;  ma ormai ci siamo abituati”. Questa la replica del consigliere comunale di Erice Luigi Nacci, al comunicato del sindaco Tranchida.[su_spacer]

“In riferimento al comunicato stampa -continua Nacci – dove Tranchida comunica alla cittadinanza di essere stato condannato per una querela presentata dai consiglieri Pantaleo – Nacci  circa 2 anni fa (offese personali alla  dignità di chi svolge con onestà il proprio lavoro di medico), pur condividendo nel merito la scelta fatta dalla dott.ssa Pantaleo, intendo smentire categoricamente il Sindaco della Vetta, in quanto il sottoscritto in quella occasione non ha ritenuto opportuno sporgere querela nei confronti dello stesso Tranchida,  anche se è stato duramente offeso nella propria dignità personale e di medico. Per completezza: il sottoscritto è stato invitato dalla stessa Pantaleo in Tribunale, ma solo come testimone”.