Trapani, la Polizia Municipale celebra la memoria del Santo Patrono

607

 

 Nel giorno della ricorrenza di san Sebastiano, la Polizia Municipale di Trapani, cosi come in tutta Italia, celebra la memoria del Santo Patrono, martire, comandante dei pretoriani vissuto attorno al 300 d.c. e messo a morte dall’imperatore Diocleziano.[su_spacer]

Il martire cristiano è stato ricordato, oggi, nel corso di una solenne santa Messa celebrata dal vicario generale della Diocesi di Trapani Mons. Alessandro Damiano, presso il Santuario della Madonna di Trapani.[su_spacer]

Successivamente tutti i convenuti sono stati accolti, nel vicino Museo Pepoli dove, alla presenza di autorità civili e militari, il Comandante Biagio De Lio ha sottolineato i momenti piu’ importanti dell’operato della Polizia Municipale di Trapani.[su_spacer]

“Oggi celebriamo una ricorrenza significativa per l’intera citta’ – ha dichiarato durante il discorso il Comandante Biagio De Lio –  in quanto ricorda generazioni di uomini  che con la loro diligenza e professionalità  si sono prodigati, nel corso degli anni, a proteggere e salvaguardare la nostra Trapani. Sin dal mio insediamento, – ha proseguito De Lio – ho cercato di dare un contributo alla preparazione, alla professionalità ed al modo di porsi dei vigili nei confronti dei cittadini, attraverso l’acquisizione nuove conoscenze, proprio al fine di rendere il corpo che rappresento piu’ attuale e rispondente alle richieste della cittadinanza”.[su_spacer]

Durante la cerimonia è intervenuto anche il Sindaco che ha espresso parole di apprezzamento per il corpo della Polizia Municipale, sottolineando il significato profondo del “Vigile Urbano” cioè colui che “vigila sulla città”. Un ruolo non secondario a garanzia del rispetto delle regole e della legalità.[su_spacer]

In conclusione della manifestazione sono stati concessi encomi a vari agenti che si sono distinti nel corso dell’anno: Mario Bosco, Cristoforo D’Aguanno, Severino Tartamella, Salvatore Cavallino, Gerlando Piparo, Antonino Polizzi, Gianpiero Ferro.

Condividi: