Trapani celebra la Giornata Mondiale del Rifugiato

-

Cinque giorni di eventi per lanciare messaggi di solidarietà e di vicinanza a chi ha dovuto affrontare i pericoli per approdare ad una vita migliore; per creare momenti di aggregazione e di conoscenza; per riflettere sul concetto di uguaglianza ed integrazione. Con queste finalità gli operatori della cooperativa sociale Badia Grande e alcuni ospiti delle strutture da essa gestite, saranno i protagonisti delle iniziative in programma nei prossimi giorni per celebrare la Giornata Mondiale del Rifugiato, che ricorre lunedì 20 giugno. Un appuntamento mondiale, voluto dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla condizione dei rifugiati politici.[su_spacer]

Il programma di iniziative è stato organizzato in modo da comunicare e diffondere il diritto di asilo, conoscere le storie dei richiedenti asilo e titolari della protezione internazionale e raccontare le esperienze territoriali di accoglienza.  Ad aprire la manifestazione è l’ormai tradizionale quadrangolare di calcio tra richiedenti asilo e forze dell’ordine, organizzato con la collaborazione dell’Aics, che si disputa al campo sportivo Sorrentino. Venerdì, 17 giugno, alle ore 20, ad Alcamo ci sarà Sprar in festa con tutti gli ospiti del centro. Partirà, invece, da Bonagia alle 18,30 di sabato 18 giugno, la pedalata a cura della Fiab “Let’s go in Bike”. Domenica, 19 giugno, piazza mercato del pesce sarà la location dove si svolgerà lo spettacolo di canti e balli etnici, esibizioni, proiezione video, accompagnato dallo show cooking in salsa etnica, a cura di Peppe Giuffrè.[su_spacer]

Lunedì 20 giugno alle ore 11.00 si terrà l’inaugurazione del Centro Polifunzionale per l’integrazione degli immigrati, in contrada Cipponeri, via Salemi a Trapani. La struttura è un bene sequestrato alla mafia che la cooperativa Badia Grande gestirà per i prossimi anni. A cura dell’amministrazione comunale di Trapani si terrà il taglio del nastro alla presenza delle autorità civili e militari del territorio. A seguire, ci sarà un momento di confronto sul tema delle comunità aperte e solidali per un futuro condiviso che è il tema ufficiale della Giornata del Rifugiato 2016.