Video| Blue Sea Land, Il ruolo delle donne nella green e blue economy. Numerosi incontri B2B organizzati dall’ICE.

Si susseguono a grande ritmo i workshop organizzati nell’ambito di Blue Sea Land-Expo internazionale dei Distretti Agroalimentari del Mediterraneo, Africa e Medioriente promosso dal Distretto della Pesca e Crescita Blu in collaborazione con la Regione Siciliana, col patrocinio di Ministero degli Esteri, Ministero delle Politiche Agro-alimentari e Forestali, Ministero dello Sviluppo Economico.

Nel pomeriggio di venerdì 8 ottobre presso la Sala del Crocifisso del Seminario Vescovile di Mazara del Vallo, si è svolto il convegno “La diversità di genere che favorisce l’innovazione. Green e Blue Economy”. L’incontro, a cura del Coppem (Comitato Permanente per il partenariato euromediterraneo) ed in collaborazione con l’Agenzia italiana per l’internazionalizzazione delle aziende italiane all’estero ITA-ICE, è stato introdotto dal Dirigente generale per il Dipartimento degli Affari Extraregionali della Regione Siciliana, Maria Cristina Stimolo, ed è stato moderato dalla Responsabile V Commissione Coppem “Uguaglianza di genere, diritti umani e gioventù Giovanna Cirino.

Sono intervenuti: Francesca Incandela, fondatrice e presidente dell’Associazione Antiracket mazarese, “Io non pago il pizzo…e tu?”, la quale ha ribadito come l’obiettivo di dover coniugare la legalità con lo sviluppo sostenibile sia alla base della Green Economy. Il Vicesegretario della Camera di Commercio italo-maltese Henry Di Giacomo, ha illustrato le agevolazioni del sistema fiscale maltese volto a favorire i giovani e lo sviluppo delle imprese. Marcello Gentile, rappresentante dell’ICE, ha mostrato alcuni dati rilevanti sulla crescita delle aziende italiane negli ultimi anni e ha ribadito il ruolo di “braccio destro” per quelle aziende che puntano all’internazionalizzazione. A presentare i loro progetti anche le imprenditrici vincitrici del premio de@terra Daniela Di Garbo e Laura Bargione, che hanno messo in risalto il ruolo della donna per la crescita dell’economia.

A concludere l’incontro è stato il Presidente del Distretto della Pesca e Crescita Blu, Giovanni Tumbiolo, il quale ha posto l’accento sull’importanza delle piccole e medie imprese, vero cuore pulsante dell’economia italiana e della Blue Economy quale modello da seguire per lo sviluppo dell’economia agro-ittico-alimentare.

Sempre nel Seminario Vescovile, nella Sala Grande, sono continuati senza sosta numerosi incontri B2B organizzati dell’ICE nell’ambito di Blue Sea Land 2016 e che hanno visto protagonisti circa 80 buyers, fra stranieri ed italiani, e numerose aziende partecipanti alla manifestazione.

L’Expo Blue Sea Land, oltre agli incontri tecnico-scientifici, divulgativi, politico-culturali, fa registrare, grazie ai numerosi stands di aziende dell’agroalimentare, di istituzioni ed associazioni, la presenza nel centro storico mazarese di migliaia di visitatori. Cooking show e degustazioni anche nei bellissimi stands allestiti dal MIPAAF (in piazza Regina) e dell’Assessorato dell’Agricoltura, Sviluppo Rurale e Pesca Mediterranea (in piazza della Repubblica). Spettacoli lungo tutto il percorso dell’Expo anche grazie alla presenza di alcuni gruppi folkloristici dei 50 Paesi partecipanti.         

SHARE