Sparatoria in via Michele Amari. È caccia all’uomo

Nasce da una discussione avvenuta per strada nel tardo pomeriggio di oggi, la stratosferica rissa che in pochi frangenti di tempo è degenerata in una sparatoria in piena città sconvolgendo il quartiere Sant’Alberto di Trapani.

Da quanto appurato, la lite verbale, che in un primo momento ha coinvolto pochi soggetti, ha avuto inizio intorno alle 19.30. I motivi che l’hanno provocata non sono ancora chiari, fatto sta che i toni accesi del diverbio hanno attirato parecchi curiosi, residenti in zona, i quali si sono intromessi alimentando una discussione che di lì a breve sarebbe precipitata in uno scenario quasi paradossale. Grida furibonde, violente percosse, un affastellarsi di calci e pugni. Finché un individuo, non ancora identificato, estrae una pistola e spara il colpo che ferisce alla gamba il pluripregiudicato Salvatore Cirlincione, trasportato d’urgenza al pronto soccorso. Lo sparo improvviso ha sortito un effetto galvanizzante sugli astanti.

Amici e parenti si gettano nella mischia. La rissa esplode e giunge all’apice coinvolgendo circa 40 o 60 persone. Qualcuno corre a prendere le mazze da baseball. È il panico. Via Michele Amari è nel caos assoluto. Un ammasso turbolento di gente che impreca e se le da di santa ragione. Focolai di risse in  ogni direzione. Arrivano anche tre pattuglie, le forze dell’ordine tentano di sedare gli animi, ma è una situazione difficile da fronteggiare. Molti i feriti, sebbene nessuno grave o in pericolo di vita. Noi ci auguriamo che la vicenda possa avere al più presto esito conclusivo, tuttavia ci sono ancora focolai accesi. L’intera città è in subbuglio: i gruppi antagonisti si stanno cercando in giro per tutti i quartieri ed è caccia all’uomo.

SHARE