Trapani, un Corso “BLS Healthcare Provider” alla P.A. Il Soccorso

-
Si è tenuto ieri, presso l’aula formativa della P.A. Il Soccorso a Fontanasalsa, il V Corso per BLS Healthcare Provider di American Heart Association, di cui la P.A. Il Soccorso è un Training Site affiliato al Centro Internazionale di Formazione Tecnicidelsoccorso. Il Corso, della durata di otto ore, persegue uno degli obiettivi primari del’associazione “Il Soccorso” che da decenni si occupa, oltre che di Emergenza e Soccorso Sanitario e Protezione Civile, anche di informazione e formazione per la cittadinanza.
Gli Istruttori, certificati secondo i rigidi protocolli dell’American Heart Association, hanno illustrato con l’ausilio di supporti audiovisivi e di presidi didattici, le tecniche di rianimazione cardiopolmonare nei pazienti (adulti, bambini e lattanti) e le manovre di disostruzione che da sole, se correttamente eseguite, in pochi secondi, permettono di risolvere una delle principali cause di mortalità precoce.
AHA è una delle più grandi istituzioni a livello mondiale nel settore della formazione sanitaria la cui “Missione” di base é quella di salvare la vita ad un numero sempre più alto di cittadini. Basti pensare che l’anno scorso più 400.000 istruttori hanno fornito una formazione salvavita in tutto il mondo e per quest’anno indicano in 15 milioni il numero di persone che apprenderanno il primo soccorso, la RCP e l’assistenza avanzata.
American Heart Association pubblica le Linee Guida per RCP ed ECC che definiscono lo standard per i protocolli salvavita per il primo soccorso e la RCP in tutto il mondo e costituiscono la base per i materiali dei corsi salvavita usati per insegnare la RCP di primo soccorso e l’assistenza cardiovascolare avanzata a milioni di operatori sanitari, assistenti e membri della comunità ogni anno.
La “Missione di base é quella di salvare la vita ad un numero sempre più alto di cittadini”-, ha dichiarato Glenn Vanden Houten (direttore per Europa e Africa di AHA) durante un incontro con la rete siciliana di istruttori, “la nostra metodologia formativa é basata soprattutto sulla pratica” auspicando ad un unico protocollo di intervento applicato da quanti si occupano di primo soccorso.
Anche l’Assessore alla Salute della Regione Siciliana, Baldo Gucciardi, si é mostrato – lo scorso Maggio ad Erice, in occasione di un incontro con i vertici internazionali, nazionali, e la rete siciliana di American Heart Association – molto interessato a sperimentare la metodologia di formazione.
In occasione dell’incontro, dopo aver conosciuto l’ampio panorama delle attività formative sulla prevenzione dei rischi cardiovascolari, l’Assessore ha proposto di avviare anche un iter di collaborazione volto a garantire una specifica formazione qualificata in Sicilia ma soprattutto integrata con quella già strutturata, specificando che “l’obiettivo da raggiungere deve comunque essere l’integrazione tra le reti di pronto intervento, sia sul campo delle malattie cardiovascolari che sulla politraumatologia”. In questo momento si sta lavorando sulla “ricostituzione” del sistema sanitario, ha ribadito l’Assessore, con particolare attenzione alle emergenze poiché si é acquisita consapevolezza della fondamentale importanza del “tempo di intervento”, ovvero l’intervallo di tempo che intercorre tra il momento in cui arriva il problema ed il tempo della risoluzione in ambiente ospedaliero. Per questo la possibilità di formare un contesto sociale di operatori laici che ci consente di migliorare la rete di emergenza-urgenza risulta particolarmente interessante anche dal punto di vista sociale.
Al termine del Corso, viene rilasciato ai partecipanti un attestato riconosciuto a livello Internazionale per Laici e Sanitari che ha validità per concorsi Nazionali-pubblici, per le Forze Armate, per strutture Sportive, Pubbliche e Private, per i Crediti Formativi Scolastici e ha una validità di 2 anni.