La prefettura celebra la “Giornata della memoria” con una manifestazione pubblica, L’Anpi protesta per il mancato invito

L’Anpi – Associazione Nazionale Partigiani d’Italia – esprime il più vivo compiacimento per la decisione della Prefettura di Trapani che, d’intesa con una benemerita associazione culturale, diversamente dal passato, celebra oggi con una manifestazione pubblica la “giornata della memoria”. Stupisce che Associazione e Prefettura non abbiano ritenuto  invitare a tale opportuna manifestazione il comitato provinciale dell’ANPI; non possiamo che prenderne atto. Rimane il dubbio se a Milano, precedente sede del nostro attuale Prefetto, l’atteggiamento nei confronti dell’ANPI locale sarebbe stato lo stesso. Ricordiamo a quanti hanno seguito la nascita e lo sviluppo dell’Anpi di Trapani, ma soprattutto a quanti ancora ne conoscano poco o ne ignorino i programmi che siamo ormai più che attivi nel territorio e che, tra l’altro, siamo riusciti a documentare il contributo fattivo che la Sicilia, in generale, e la provincia di Trapani, in particolare, hanno dato alla Resistenza.

Se la Prefettura di Trapani ha dimenticato la gloriosa associazione dei “Partigiani della Memoria”, il cui principale scopo è quello, appunto, di ricordare cosa sono stati il fascismo ed il nazismo affinché tali atrocità non abbiano più a ripetersi, sono state le scuole a volere fortemente la presenza dell’ANPI. Significativa la partecipazione di nostri rappresentanti, come da consuetudine, ad incontri svoltisi nelle scuole di vari comuni quali, tra gli altri, Mazara del Vallo  e Trapani

SHARE