Cives:” chiediamo un assessore a Trapani e uno Erice”

Di seguito la nota integrale del Movimento Cives in merito alle prossime elezioni amministrative.

“Il Movimento Cives, alla luce delle recenti dichiarazioni dei candidati a sindaco di Trapani ed Erice, Pietro Savona e Daniela Toscano, sulle modalità formali e sostanziali con cui affrontare le problematiche legate all’intrinseco legame fra i due territori, ritiene necessario esprimere quanto segue:

Come già evidenziato dal nostro Movimento con una nota emanata in tempi non sospetti, fuori e ben lontani dall’agone elettorale, la necessità che i temi in argomento vengano affrontati con unità di intenti e senza rivendicazioni di primogenitura o di esclusiva è visibile e chiara a tutti.

E ciò per le svariate problematiche comuni ai due contigui territori:

tipologia e tempistica di raccolta dei rifiuti; approvvigionamento idrico, smaltimento dei liquidi, fognature, illuminazione, decoro e pulizia cittadina, trasporto pubblico, solo per citarne alcuni.

Le problematiche esposte non sono affrontabili solo con dissertazioni lessicali sulla “Grande Città” o sulla “Città Grande”!É necessario confrontarsi, programmare, coordinare! Specie quando si dovrebbe essere tutti esplicitamente dalla stessa parte!

Ribadiamo, quindi, la nostra posizione: la comunanza dei problemi dovrebbe condurre ad una indissolubilità ed unitarietà delle soluzioni e, all’uopo, riproponiamo quanto CIVES già da tempo chiede:

una DELEGA ASSESSORIALE SPECIFICA, sia a Trapani che ad Erice, di collegamento tra i due territori, che affronti unitariamente e coordinatamente le problematiche esposte.

Posto quanto sopra, auspichiamo il massimo dialogo, il più ampio confronto politico e la massima comunione di intenti fra i candidati sindaco dei due comuni, espressione, come è noto, della medesima area politica, nonché delle forze politiche e civiche a loro vicini, nella direzione già tracciata per l’imminente incontro di venerdì prossimo legato al tema dei Servizi comuni delle due città”.

SHARE