L’Istituto Alberghiero di Erice ospita una scuola del Belgio per la seconda fase del programma Erasmus Plus

L’Istituto Alberghiero “I. e V. Florio” di Erice ospita da ieri, e per una settimana, venti ragazzi e 4 docenti provenienti dall’Istituto Alberghiero Kogeca di Geel, in Belgio, per la seconda fase del programma Erasmus Plus dell’Unione europea attivato dal 2014 per favorire la cooperazione transnazionale, il contatto tra diverse scuole e istituzioni scolastiche europee. Con l’obiettivo di stimolare la crescita di competenze professionali, innovare le pratiche educative e la gestione organizzativa. Dopo il primo scambio, svoltosi in autunno in Belgio, ora è il turno dell’Istituto di Erice, scuola capofila, per ospitare i partner europei.

“HAPPY Hours, HAPPY Future, HAPPY Europe”, è il titolo del progetto, che ha come obiettivo un approfondimento delle competenze professionali, linguistiche e di cittadinanza attiva in vista del futuro impiego nel mercato del lavoro. Diverse e intense le attività programmate nel corso della settimana: oltre alle visite di aziende e strutture ristorative locali (ristoranti, cantine, industrie alimentari locali, etc), si svolgeranno vari workshop a scuola che permetteranno agli alunni dei settori di Sala e Vendita, di Cucina e di Pasticceria, di fare esperienza diretta con i pari della scuola belga per conoscere e comprendere le somiglianze e le differenze del settore alberghiero dei due paesi e al contempo mostrare le bellezze del nostro territorio. La dirigente scolastica, Pina Mandina, orgogliosa del progetto, ha ribadito l’importanza degli scambi culturali in genere e ha evidenziato che “rispetto alla scuola belga, quella italiana, e nello specifico l’Alberghiero di Erice, favorisce l’inserimento di alunni diversamente abili in tutte le attività scolastiche all’interno del gruppo classe. Alcuni studenti, quindi, si confronteranno con i partner internazionali al pari dei propri compagni”.

SHARE