Video| Duro colpo al clan di Messina Denaro, sgominata famiglia marsalese

Questa mattina, nei comuni di Marsala e Mazara del Vallo (TP), i Carabinieri del R.O.S. e del Comando Provinciale di Trapani hanno dato esecuzione ad un fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura Distrettuale Antimafia di Palermo, diretta dal dott. Francesco LO VOI, nei confronti di 14 persone indagate per associazione di tipo mafioso, estorsione, ricettazione, detenzione illegale di armi e munizionamento, con l’aggravante del metodo e delle finalità mafiose.

Il provvedimento costituisce un’ulteriore fase dell’articolata manovra investigativa sviluppata dal ROS, con il coordinamento della Procura di Palermo, per la cattura del latitante Matteo MESSINA DENARO, mediante il progressivo depotenziamento dei circuiti di riferimento e il depauperamento delle risorse economiche del sodalizio.

Al centro dell’odierno impegno investigativo il mandamento di Mazara del Vallo e la sua articolazione territoriale rappresentata dalla famiglia mafiosa di Marsala, capeggiata dall’uomo d’onore RALLO Vito Vincenzo ed operante secondo le espresse direttive del latitante Matteo MESSINA DENARO.

Le indagini sull’aggregato mafioso marsalese, dirette dai Sost.ti Proc.ri dott. Carlo MARZELLA, dott. Pierluigi PADOVA e dott. Gianluca DE LEO, hannopermesso di individuare gli assetti di vertice ed i delitti perpetrati dalla famiglia lilibetana,fornendo importanti elementi sulla sua collocazione baricentrica nelle relazioni criminali tra le province di Trapani e Palermo, nonché rilevanti ed inediti elementi in ordine alla  costante operatività e periodica presenza, in territorio trapanese, del latitante Matteo MESSINA DENARO.

SHARE