L’on. Fazio rimane agli arresti domiciliari, anche Morace

L’ex, e candidato sindaco di Trapani, l’on. Mimmo Fazio dovrà rimanere agli arresti domiciliari. Forse questa sera è finita di fatto la sua campagna elettorale. A decidere il nuovo provvedimento è stato il Gip del tribunale di Trapani al quale la Procura di Palermo aveva rinviato tutto il dossier che lo riguardava. Come avevamo anticipato nei giorni scorsi la dott.ssa Caterina Brignone dopo aver letto le carte, a cominciare dal verbale dell’interrogatorio cui Fazio era stato sottoposto dai magistrati palermitani, ed esperite le rituali formalità di rito, ma anche dopo aver sentito i sostituti procuratori di Trapani e la difesa del deputato regionale ha deciso per il nuovo provvedimento restrittivo, sia pure sotto forma degli arresti domiciliari. Arresti domiciliari anche per l’altro imputato principale dell’affair “Mare Mostrum”, l’armatore Ettore Morace che si era dimesso da amministratore della Liberty lines, alleggerendo di fatto la sua posizione. Pare, invece, che Fazio si fosse dimesso unicamente da componente la commissione parlamentare regionale antimafia e non da deputato. Insomma il suo “potere” alla Regione sarebbe rimasto. Anche questo, secondo indiscrezioni, avrebbe pesato nel far decidere il magistrato. Secondo questa ricostruzione Fazio avrebbe, sia pure potenzialmente, potuto inquinare le prove.

Ora la campagna elettorale a Trapani assume una nuova svolta. Di fatto la candidatura di Fazio non c’è più anche se non sappiamo se lo stesso darà indicazione, attraverso i suoi legali, del rompete le righe. Questa sera la maggior parte dei candidati delle sei liste a corredo della sua candidatura erano riuniti nel salone del comitato di Via Virgilio per decidere il da farsi. Forse già domani sapremo qualcosa in più.

        Aldo Virzì        

SHARE