Freddato Giuseppe Marcianò

Delitto di mafia? E’ questa la domanda che si stanno ponendo gli inquirenti per dare un senso alla morte di Giuseppe Marcianò, freddato in mattinata a Tre Fontane, frazione balneare di Campobello di Mazara. La vittima è stata colpita mentre era a bordo della sua motocicletta nei pressi di un parco acquatico vicino al lungomare.

Marcianò era originario di Carini ma da anni era residente nella località trapanese dove aveva avviato una serie di attività. Difficile dare fin da subito una chiave di lettura all’efferato delitto ma le parentele della vittima fanno pensare ad una matrice mafiosa. Marcianò, infatti, è imparentato con i Burzotta, cognome che ricorre da anni nelle indagini sul clan mafioso di Mazara del Vallo.

Le indagini sono affidate a carabinieri del Nucleo investigativo di Trapani e lui poliziotti della Squadra mobile, coordinati dal neo procuratore aggiunto Paolo Guido.