Premi e premiati al Conservatorio di Musica A. Scontrino di Trapani

Una serie di premi sta costellando questo inizio d’estate al Conservatorio di Trapani. Andrea Gerlando Terrana, studente della classe di Composizione Musicale Elettroacustica del M° Marco Gasperini, a sua volta proveniente dall’importante scuola veneta di Alvise Vidolin, è il vincitore del XII Premio delle Arti 2017-Musica Elettronica e Nuove Tecnologie (cat. B), che ai primi di luglio, in una intensa tre giorni presso il Conservatorio di Avellino, ha visto a confronto gli studenti di venti conservatori italiani e una commissione di prestigio formata da Alvin Curran, Simon Emmerson e Ivan Fedele. Felice del risultato, il Direttore M° Walter Roccaro ha definito il brano premiato, che lo stesso Terrana ha eseguito con i colleghi Ippolito Parrinello e Alfredo Giammanco (pianoforte e live electronics), un “lavoro molto impegnativo, innovativo e illuminante”. Hb-suit3 …percorsi…, riduzione di un lavoro più ampio (Hb-suit3), si apre con un preludio solistico dell’Hb-Box, strumento ideato e azionato dallo stesso autore, che viene appoggiato sulla cordiera prima che il pianista entri in scena. Al suo arrivo questi agisce sul pedale dello strumento facendo cessare il processo acustico avviatosi. Quindi, prendendo posto, solleva la tastiera e silenziosamente preme sui tasti, facendo sì che l’Hb-Box metta in vibrazione le corde. La centralità del brano, secondo la descrizione dello stesso Terrana, risiede nell’attesa del manifestarsi del pianoforte, la voce con cui l’Hb-Box potrà dialogare: lungo la composizione, pianoforte, Hb-Box e l’insieme dei processi di elaborazione del suono giungeranno alla fusione completa.

Un altro importante riconoscimento era già andato a Giacomo Romano, allievo della classe di Clavicembalo del M° Claudio Astronio, che con un programma giudicato particolarmente ricco e variegato ha vinto quale solista il V Concorso Internazionale Wanda Landowska di Ruvo di Puglia, dove anche l’anno scorso era stato premiato insieme ai colleghi Cristina Matera e Massimo Grassa, vincitori della sezione Clavicembalo e orchestra. Romano è poi risultato vincitore ex-aequo, con il duo Marco Caterina-Ippolito Parrinello (sax e pianoforte), del VII Premio Kiwanis Club di Trapani “Francesco Braschi” (Cat. B), che si è svolto in giugno presso il Conservatorio lasciando emergere anche diversi sassofonisti della classe del M° Antonino Peri.

E ancora Luca Valenza, della classe di Percussioni del M° Andrea Muratore, è risultato vincitore negli scorsi giorni della quarta edizione di Crescendo, il concorso indetto dalla Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana per la ricerca di giovani talenti. Musicista dinamico e sensibile, avviatosi allo studio delle percussioni e in particolare della marimba con Fulvia Ricevuto, Valenza si è distinto anche in occasione del Premio Bianca Gandolfo svoltosi in giugno in Conservatorio e intitolato dal Direttore Roccaro all’omonima dirigente dell’Asp di Trapani. Romano, ma residente a Pantelleria, eseguirà il lavoro per il quale è stato premiato nella prossima stagione dell’Orchestra Sinfonica.

SHARE