Trapani città sempre più sporca, preservativi e spazzatura tra le aiuole

-

Ormai è illeit motiv di sempre. La città di Trapani è sporca. Spazzatura ovunque, aiuole poco curate, l’erba che cresce ovunque anche dove non dovrebbe con buona pace di quanti in questa città ci vivono ma anche per chi, in vacanza da turista andando via non ne serberà un buon ricordo.

Le denunce fioccano, la gente chiede maggiore attenzione a chi è preposto alla pulizia e al decoro di questa meravigliosa città (e parliamo di operatori ecologici e non solo), ma tutto rimane lettera morta. È evidente dando uno sguardo approfondito alla città che tutto è veramente sporco, poco curato, poco amata. Una città pulita è infatti una città amata da tutti.

L’ultima segnalazione giunge da una cittadina che lamenta la presenza non solo di sporcizia in Piazza Ciaccio Montalto, luogo di arrivo e partenze dei pullman ma anche, cosa ben più grave, lamenta e denuncia la presenza di preservativi, tanti buttati tra aiole e marciapiedi. Grave perché la presenza di questi rifiuti, denota anche un’altra presenza più imbarazzante quella delle prostitute. Cioè conferma, come questa Piazza, luogo d’arrivo e di partenze per centinaia di persone, una sorta di biglietto da visita della città, continua ad essere la zona privilegiata per la prostituzione. “Così – racconta la mamma che ha fatto la segnalazione  – diventa pure difficile portare la mia bambina a passeggio”.

 

Altra segnalazione invece riguarda la dorsale Zir vicino ai supermercati. Anche qui l’erbacce la fanno da padrone, rendendo pericolosa la viabilità per chi deve recarsi a fare compere o semplicemente attraversare l’incrocio. Insomma se il biglietto da visita di una città passa dal decoro urbano e dal rispetto dell’ambiente, Trapani purtroppo non ci fa una bella figura e a questo punto se non ci fosse il vento a spazzare via tutto di tanto in tanto, questa città davvero diventerebbe una pattumiera a cielo aperto.