Si è conclusa la terza edizione del Marettimo Jazz Festival

-

Musica e cultura immersi nel contesto naturale di Marettimo é stato il Live motive delle iniziative dal 7 al 10 settembre, dove neanche le condizioni meteo marine avverse hanno frenato l’entusiasmo dei villeggianti e degli isolani che hanno condiviso magici momenti.

Tre giorni di musica jazz di qualità  e non solo, organizzata dal direttore artistico Alberto Anguzza e la presentazione sul palco di Antonella Lusseri, con la collaborazione dell’Associazione CSRT ” Marettimo ” e con il Contributo del Comune di Favignana – Isole Egadi e il Patrocinio dell’Area Marina protetta. Sul palco si sono susseguiti grandi artisti: Mood Softly, Nicola Giammarinaro&band. Tutti i pomeriggi, le vie dell’isola, sono state animate dalle note di Hiera Dixie Project Street Band, che ha creato una vera aria di festa, coinvolgendo tutti i presenti. La terza edizione del Marettimo Jazz Festival si è conclusa con la magia della chitarra di Francesco Buzzurro e  con il gruppo Pepor’s Band, guidati dal Maestro Peppe Porcelli con tanti  giovani musicisti trapanesi future promesse musicali d’eccellenza. Tutte le serate sono state trasmesse in diretta radio sulle frequenze di Radio Cuore e Radio102, partner dell’evento insieme a Tvio, Telesud, Liberty Lines.

Suggestiva l’apertura dell’evento con la proiezione del video di  Emilio Orofino e Milena Catalano dal titolo HIERA’ , il Pavone audovisioni. Il video indaga l’attesa, la preparazione, il cambiamento e l’esplorazione della maternità, attraverso il viaggio di una creatura marina che compie, come le foche monache, in cerca di un luogo adatto alla schiusa. Il suo viaggio  è un addestramento, una sospensione e una preparazione al grande evento che è l’avvento della vita. Agli autori è stata consegnata un targa ricordo.

Sull’Isola di MARETTIMO si è parlato pure  di ricordi, musica, mare e amore, il 9 settembre alle 17:00 al Museo del Mare – ScaloVecchio. Perché l’Associazione CSRT “Marettimo”, ha organizzato l’ultimo appuntamento  della rassegna 2017 di  “Libri e letture di qua e di là del mare”, presentando l’ultimo romanzo di Enzo Di Pasquale “Come un tiglio a Gezi Park” (il Palindromo )l’epistolario narrativo che lo stesso autore ha intrattenuto con lo scrittore viterbese Fabio Stassi, dal titolo “I ricordi hanno le gambe lunghe” (ErnestoDilorenzo editore). Ha dialogato  con l’autore Laura Lodico e le letture sono state interpretate da Donatella Ingrillini . Enzo Di Pasquale, autore del fortunato romanzo “Ignazia” (Fazi) ambientato proprio a Marettimo, è ritornato sull’isola con queste due novità letterarie. L’iniziativa è stata patrocinata dal Comune di Favignana – Isole Egadi e dall’Area Marina Protetta.

A Marettimo si chiude un week end ricco di eventi  con un momento clou: domenica 10 settembre, la magia dell’alba a “Case Romane” . A fare da colonna sonora   la musica di Vincenzo Toscano e il trio “Animeincanto”. Il forte vento ha reso più magica e affascinante  l’esecuzione musicale svoltasi all’interno della chiesetta normanna con  Simona Guaiana, soprano; Rosalia Catalano, flauto e Vincenzo Toscano, violoncello che hanno, come sempre,  fatto emozionare tutti i “temerari” partecipanti.