No alla discriminazione, sì all’integrazione

NO ALLA DISCRIMINAZIONE, SI ALL’INTEGRAZIONE. Questo l’importante messaggio protagonista del grande evento sportivo di Sabato 16 dicembre organizzato al Palazzetto dello Sport di Mazara del Vallo di contrada Affacciata dove i grandi atleti degli sport carrozzina, insieme a un giovanissimo attore palermitano di talento come Enrico Gippetto, incontreranno i partecipanti interessati agli sport proposti e adatti ai giovani disabili. Gippetto è testimonial di questa manifestazione sportiva catalizzatrice di grandi emozioni ed è reduce da un lusinghiero successo cinematografico che lo ha visto protagonista nel ruolo di Arturo del film “la mafia uccide solo d’estate” mirabilmente scritto diretto e interpretato da Pif, al secolo Pierfrancesco Di Liberto, palermitano, ex iena e rivelatosi ottimo filmaker.

L’evento sportivo è organizzato dal presidente della Olympic Basket Trapani, Domenico Alba,  in collaborazione con INAIL di Trapani ed è dedicato alla divulgazione e alla promozione della pratica sportiva rivolta ai disabili. L’INAIL ha creduto nell’ importante progetto di affiancare la squadra di basket trapanese formata da giocatori in carrozzina e da normodotati  e che da tempo si impegna a promuovere le attività sportive dedicate ai portatori di disabilità.

Sabato 16, a partire dalle ore 14, sarà possibile provare gratuitamente tutti gli sport praticabili da chi è costretto a stare su una carrozzina e che però non ha voglia di arrendersi.  Sport come il tiro a segno, tiro con l’arco, tennis da tavolo, scherma, basket e hockey in carrozzina, hanbike, baskin e danza saranno proposti da professionisti del settore, i quali metteranno a disposizione dei partecipanti all’evento le loro capacità e le loro esperienze per coinvolgerli nella auspicabile scelta di intraprendere uno sport fra quelli appena elencati.  L’evento si avvale anche di un importante sponsor, Conad, leader di mercato nell’isola, che ha creduto sin da subito nella grande valenza sociale del progetto. “Siamo convinti che il modo migliore e più moderno di fare impresa sia quello di riuscire a coniugare gli obiettivi economici con il contributo alla crescita sociale del territorio e delle persone che lo vivono, e scendere a fianco dell’Olympic Basket Trapani nella promozione di questo evento ci permette di fare qualcosa di concreto per la comunità contribuendo non solo a diffondere i sani valori dello sport, come aggregazione e inclusione, ma soprattutto di regalare un sorriso a tanti bambini, attivando un circolo solidale e virtuoso in grado di abbattere le barriere” – dichiara Antonio Brianti, direttore generale COO di Conad Sicilia.

L’abbattimento delle barriere è lo scopo da raggiungere per favorire l’interazione con i piccoli disabili che non devono essere considerati “diversi” dai loro coetanei normodotati. Per questo ha scelto di dare il proprio contributo all’evento “Siamo Solo Noi” a cui, come accennato sopra, parteciperà il giovane attore palermitano Enrico Gippetto.

“Quando Domenico Alba mi ha chiesto di intervenire, ho accettato subito con gioia. Credo nell’importanza dello sport che rappresenta una vera e propria salvezza per chi lo pratica”. Con queste parole il quattordicenne Gippetto, studente di primo anno al liceo delle scienze umane “Finocchiaro Aprile” di Palermo ha commentato la sua presenza alla manifestazione del prossimo sabato. Nonostante la giovane età, è infatti molto sensibile ai problemi legati alla disabilità che  dice “ lo fanno riflettere sulla condizione umana di disagio”  e spera di poter contribuire alla serenità e all’equilibrio di quelli che lui stesso definisce “ragazzi come lui” verso cui non bisogna essere indifferenti e a cui occorre tendere la mano per aiutarli a uscire dal guscio senza discriminazione.

Il giovanissimo attore, raggiunto al telefono, ci ha parlato  dei suoi prossimi impegni artistici, annunciando che sarà anche il protagonista della serie televisiva diretta da Luca Ribuoli che ha preso spunto dal film di Pif ambientato in Sicilia, film pluripremiato perché ha saputo coniugare,  con l’ironia che lo contraddistingue, un argomento “pesante” come la mafia, alla schietta e spiazzante irriverenza dei bambini, testimoni, a volte,  di inspiegabili situazioni a cui cercano di dare una loro chiave di lettura. A chi vorrà vedere dunque da vicino il giovanissimo attore non resta altro che raggiungere il Palazzetto dello Sport di Mazara, sabato 16 dicembre.

“L’obiettivo della Olympic Basket  Trapani è sempre l’integrazione e la riabilitazione psicofisica attraverso la pratica sportiva. E’ questa la nostra mission.”  Sono queste le importanti parole pronunciate dal presidente della squadra, Domenico Alba, che sottolinea di non lasciare mai soli i “suoi  ragazzi” ovvero  gli atleti in carrozzina che si cimentano quest’anno nel campionato di serie B. L’evento avrà inizio alle ore 14 e si concluderà con una bella partita di basket.

Conad offrirà a tutti i partecipanti un piccolo ristoro composto da merendine, acqua e succhi di frutta.