Trapani, tentativo di furto finisce in tragedia: muore folgorato

Epilogo tragico durante una manovra di ladrocinio. Questo è quanto successo nella giornata di ieri, giovedì, a Trapani in contrada Milo. La notizia, che è stata resa nota solo pochi minuti fa, ha visto protagonista in negativo un uomo di 34 anni, S.M., il quale è rimasto vittima nel tentativo di sottrarre alcuni cavi di rame in un’area dismessa ex ASI. L’allarme è scattato solo nella mattinata a seguito di una telefonata alla stazione di Borgo Annunziata in cui si segnalava la presenza di un uomo riverso per terra. La morte sarebbe stata provocata dalla presenza di corrente elettrica all’interno dello stabile: l’uomo non ha avuto scampo ed è morto sul colpo. I rilievi sono stati effettuati dalla Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando provinciale Carabinieri di Trapani e da un medico legale dell’ASP intervenuto sul posto, dove, con la vittima, c’era anche un complice di 22 anni, O.F., che ha confermato il tutto durante un interrogatorio. Inutili i suoi tentativi di rianimare il 34enne. Il ragazzo è stato denunciato per il reato di furto aggravato ma in stato di libertà.