Seconda Categoria, Figuccio: «Oggi abbiamo scritto un pezzo di storia della Juvenilia»

-

Partite così a faticano a dimenticarsi. Partite giocate e vissute in questa maniera rimangono indissolubilmente nella memoria collettiva di chi l’ha scritta in campo e di chi se l’è goduta dagli spalti. E poco importa se si tratta di Seconda Categoria: il calcio riesce a trasmettere emozioni incancellabili su qualsiasi rettangolo, verde o in terra battuta che sia. «Folle a dir poco», commenta un frastornato mister Walter Figuccio perché oggi la sua Juvenilia l’ha fatta grossa. Nel match della mattina, per la prima di ritorno, al “Ricceri” i bianconeri hanno battuto l’Iccarense per 5-4.

Balza agli occhi un risultato esagerato per il numero di gol. Sicuri? Macché! L’Iccarense sembra aver acquisito il risultato, saldamente sull’1-4, a dieci dal termine e in superiorità numerica. Poi, la clamorosa rimonta. Triplice fischio e 5-4 per i padroni di casa.

Riavvolgendo il nastro, la Juvenilia si era portata in vantaggio durante il primo tempo grazie alla firma di Kondjira Yankouba. Dopo i primi 45′ finisce 1-0. Secondo tempo traumatico in cui l’undici di casa viene tramortito sotto i colpi di un’Iccarense spietata e brava a capitalizzare le occasioni create. 1-4. Le cose si mettono decisamente in salita per l’espulsione per doppia ammonizione a Millocca, subito dopo la seconda rete di Yankouba per il momentaneo 2-4. Gioie e dolori dalla panchina per mister Figuccio: perché dopo il rosso del subentrato, Asta realizza prima il punto del 3-4 che riapre a tutti gli effetti le ostilità, poi il 4-4. Il quinto gol, quello decisivo, lo realizza ancora Yankouba che trova un angolo impossibile da posizione defilatissima. Tripletta e tre punti per i suoi che scavalcano proprio i diretti avversari in classifica.

«Abbiamo fatto, disfatto e rifatto ma i ragazzi sono stati eroici». 

Condividi: