“UN DEFIBRILLATORE PER GIORGIO”

-

Tenere viva la memoria  di chi non c’è più con un’azione  concreta per salvare altre vite. Questo l’obiettivo del comitato di Trapani della Croce Rossa Italiana e il CSE (centro soccorso Emergency) di Trapani, che nei giorni scorsi hanno promosso una raccolta fondi per poter acquistare uno o più defibrillatori da posizionare nei luoghi pubblici e formare più persone possibili all’utilizzo. Il giovane farmacista e fortissimo atleta Giorgio Gallo è venuto a mancare il giorno 11 Gennaio durante una fase di allenamento.

Dopo circa un mese le donazioni hanno portato ad un risultato inaspettato, sei sono stati i defibrillatori acquistati, completi di teca per esterno. I defibrillatori saranno posizionati in modalità PAD (Pubblico Accesso alla Defibrillazione) all’interno di una teca esterna, videosorvegliati e dotati di segnalatore GPS. Saranno tutti di marca e modello ZOLL Aed Plus azienda leader a livello mondiale e verranno forniti dalla C2 Project di Lecce rivenditore ufficiale.

Gli apparecchi salvavita saranno posizionati presso i seguenti punti: Farmacia Gallo (Via Fardella), Farmacia Cammareri (Via Madonna di Fatima), Farmacia Di Via (Via Marconi), Farmacia Forgia (Via villa rosina), Farmacia Fontana (Viale Regina Margherita) e presso l’impianto sportivo di Via Segesta che sarà intitolato a Giorgio Gallo. I defibrillatori si andranno ad aggiungere a quelli già presenti a Trapani, uno nel centro storico e l’altro nella centralissima Via Fardella.

Venerdì 9 e Sabato 10 Febbraio presso la sede di Federfarma di Via Scuderi a Trapani verranno svolti due corsi BLSD per la formazione e l’utilizzo degli apparecchi salvavita. Circa 50 saranno le persone che saranno formate, appartenenti alle farmacie e attività commerciali vicine ai punti PAD. I corsi verranno offerti gratuitamente dalla Società nazionale Salvamento di Genova, Società Medico Scientifica e verranno svolti dal Formatore Nazionale Istruttori Tony Alestra nonché promotore dell’iniziativa “Un defibrillatore per Giorgio” e da tutti i suoi Istruttori del CSE Salvamento Agency di Trapani.

“Siamo convinti – ha dichiarato il Dott. Gigi Gallo, papà di Giorgio – che il defibrillatore, e il suo utilizzo consapevole a seguito di un’adeguata formazione, possa essere molto utile in situazioni di emergenza. Voglio ringraziare Tony Alestra e Giuseppe Nicotra che hanno portato avanti questa iniziativa e il presidente della Croce Rossa di Trapani Salvatore Mazzeo. Pensare alla comunità trapanese e al bene più prezioso, la sicurezza della vita umana , un gesto che può rendere più sicura la nostra comunità. Giorgio  sarebbe felicissimo di vedere tutto questo”

Condividi: