Collocato a Marettimo il defibrillatore donato da un cittadino toscano

-

E’ stato collocato, ed è a disposizione di quanti avessero bisogno di utilizzarlo, il defibrillatore donato alla comunità di Marettimo in segno di riconoscenza, da due coniugi residenti in Toscana, nella frazione di Campiglia d’Orcia del Comune di Castiglione d’Orcia, in provincia di Siena, che nei mesi scorsi hanno deciso di effettuare la donazione del dispositivo salvavita manifestando la loro volontà al sindaco, Giuseppe Pagoto.

Si tratta di Francesco Di Pisa e Marina Ricci, che nel mese di giugno scorso, mentre erano in vacanza a Marettimo, hanno vissuto momenti difficili a causa di un malore che ha colpito Di Pisa durante l’ora di pranzo. Un infarto, le cui più gravi conseguenze sono state scongiurate grazie all’immediato intervento dei presenti, al coinvolgimento di tanta gente e dell’autorità sanitaria, che ne ha consentito l’arrivo in ospedale a Trapani e il ricovero all’Unità di Emodinamica facendo sì che fosse operato in meno di tre ore.

“E’ una storia che mi inorgoglisce profondamente – aveva detto Di Pisa nei mesi scorsi – e grande è il mio debito diriconoscenza verso la gente di Marettimo e verso tutti. Da qui l’intenzione di donare un defibrillatore, affinché questa storia sia d’aiuto e giovamento per il prossimo”.

Il defibrillatore, collocato in una parete che si trova tra la scuola dell’isola e la Caserma dei Carabinieri, vicina anche alla Casetta dell’acqua, in una zona altamente frequentata e videosorvegliata, è il Powerheart G5 della Cardiac Science, il modello più avanzato in commercio, dall’allestimento esterno semplice, adatto anche a un utilizzo pediatrico e, tra le altre cose, inserito in un circuito utile alle associazioni di volontariato e professionali per dar vita ad appositi corsi divulgativi rivolti ai cosiddetti lay rescuers per l’utilizzo di soccorso salvavita e di pronto intervento per soggetti non professionali.

“Siamo grati al dottor Di Pisa e alla sua famiglia per l’attenzione dimostrata nei confronti del nostro territorio – dice il sindaco Pagoto – . Con quest’importante donazione si va a potenziare la qualità dei servizi sanitari di emergenza nelle nostre Isole dove, dal 2015, grazie a un intervento dell’Assessorato Regionale alla Salute, sono presenti nelle aree portuali di Levanzo,Marettimo e Favignana, tre defibrillatori automatici che permettono agli operatori delle centrali operative del 118, di intervenire nei casi di emergenza trovando sui luoghi già l’indispensabile strumento salvavita”.

Condividi: