Scritte fasciste sui muri della sede del PD

A pochi giorni di distanza dal primo episodio ancora scritte fasciste inneggianti l’autore della sparatoria di Macerata a Marsala, questa volta sui muri della sede del Partito Democratico, già preso di mira dallo stesso Traini.

E’ un grave campanello di allarme che non bisogna sottovalutare, il fascismo e’ un’ideologia sconfitta dalla storia, ma che può sempre tornare e sono responsabili tutti coloro che giustificano episodi come quello di Macerata.
E’ il momento di stare attaccati ai nostri valori costituzionali e di rimanere uniti, perché questi movimenti si combattono attraverso la buona politica e la presenza sul territorio.
La nostra solidarietà alla città di Marsala che ha un’importante storia antifascista che non sarà messa in ombra da queste scritte vergognose.
Il segretario provinciale
Marco Campagna
Condividi: