Tiziana Pugliesi: «L’agricoltura è la nostra priorità. Difendere i nostri coltivatori significa difendere la nostra terra».

L’avvocato Tiziana Pugliesi, candidata alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale di Trapani per il centro destra, visitando molte aziende agricole ed agroalimentari si è soffermata sui problemi del comparto, per comprendere quali sono le necessità e le istanze di chi rappresenta una fetta così importante dell’economia del territorio.

L’avvocato Pugliesi, dopo aver visitato le aziende del settore, ha dichiarato «Rappresentare un territorio significa difenderlo! Ed è per questo che farmi portavoce dei bisogni e delle necessità dei nostri coltivatori e delle nostre aziende agroalimentari, diventa un impegno forte e sentito. Le eccellenze agroalimentari della provincia devono essere tutelate proprio partendo da chi ogni giorno si impegna nell’agricoltura, nella consapevolezza che non è possibile lasciare privo di attenzione un settore così strategico per l’economia provinciale e regionale. Difendere i nostri coltivatori significa difendere anche la bellezza della nostra terra, il turismo, la nostra economia».

«Il comparto agricolo, per la forza intrinseca che ha, – afferma l’avvocato Pugliesi – è in grado di generare effetti economici positivi anche su altri settori ad esso collegati, ad esempio il turismo. Mettere in rete questi due comparti, attraverso percorsi turistici o enogastronomici legati alle nostre eccellenze alimentari, significa dare un più ampio respiro agli investimenti, e alla crescita dell’occupazione e del territorio. Investire nell’agricoltura significa anche investire in un turismo di ritorno, che vede la nostra provincia tra le più belle d’Italia. E non dimentichiamoci poi degli effetti che l’agricoltura genera nell’indotto con il coinvolgimento dell’artigianato, della rete delle piccole e medie imprese e delle attività commerciali locali».

«Il mio impegno sarà non soltanto sul piano legislativo – prosegue l’avvocato Pugliesi – ma anche su quello più concreto dell’interazione con il Governo nazionale, che mi auspico sarà di centro destra, e soprattutto per l’ottenimento di risultati concreti nell’interesse dei nostri agricoltori. Anche se il Governo regionale ha ampie competenze delegate in materia di agricoltura, lo Stato centrale e i ministeri possono intervenire nella risoluzione di numerosi problemi legati al mondo dell’agricoltura. Ed è per questo che, il Movimento per La Sovranità di cui faccio parte e guidato a livello nazionale dall’ex ministro dell’Agricoltura Gianni Alemanno, si è messo già all’opera attivando tutte le possibile vie per far sì che il ministero dell’Agricoltura si esprima favorevolmente sulla richiesta di riconoscimento dello stato di calamità naturale per quanto riguarda gli eccessi termici dell’estate 2017, sulla coltura a vigneto».

«La richiesta avanzata il 18 Dicembre scorso – conclude l’avvocato Pugliesi – oggi è in via di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, e da quella data i viticoltori di tutta la provincia di Trapani che hanno subito un danno in produzione lorda vendibile superiore al 30%, potranno fare domanda per godere dei benefici di varia natura previsti nel caso di eventi atmosferici sfavorevoli. Sarà, dunque, necessario seguire lo sviluppo di questa vicenda, e non mancherà il mio impegno a rendere questo percorso il più veloce possibile».