Il Trapani cerca il secondo successo consecutivo in Calabria e Calori promette: “Mai abbassare la guardia, ho voglia di un’impresa”

-

Vigilia di campionato per il Trapani che Domenica alle 14.30 affronterà il Catanzaro al “Nicola Ceravolo”. Dopo il bel successo ottenuto in casa contro il Racing Fondi per 3-1, gli uomini di Calori vanno alla ricerca del quarto successo consecutivo in campionato nel tentativo di accorciare la classifica e sperare qualcosa di più che un semplice piazzamento alla griglia dei play-off.

Rispetto alla gara contro i laziali mancheranno Bastoni e Campagnacci, alle prese con i rispettivi infortuni, oltre al solito Ferretti. La sfida d’andata non evoca piacevoli ricordi ai granata, che riuscirono a farsi rimontare dopo un 3-0 iniziale e portando a casa un misero pareggio in virtù del vantaggio ottenuto alla fine della prima frazione. Calori non ha ancora sciolto i dubbi di formazione, anche se si fa sempre più insistente il tentativo, in questa ultima parte di stagione, di passare al 4-3-3 che aveva caratteizzato la prima parte del campionato granata salvo poi passare all’ormai collaudato 3-5-2.

Mister Calori ha parlato così in conferenza: “Sarà una partita difficile come del resto lo sono tutte. Siamo in una buona condizione fisica e dobbiamo sfruttare al meglio le nostre caratteristiche. Evacuo viene da delle ottime prestazioni e anche sotto l’aspetto fisico è in gran forma e ci sta dando una grossa mano. Non so ancora come scenderemo in campo, ma il 4-3-3 rappresenta sicuramente una valida alternativa al 3-5-2, potremmo anche schierarci così dal primo minuto ma, come detto prima, non ho ancora deciso. Come dico sempre dobbiamo cercare di guardare noi stessi senza preoccuparci di cosa fanno le altre davanti e poi a Maggio tireremo le somme; dobbiamo cercare di vincerle tutte naturalmente e per farlo non dobbiamo mai abbassare la guardia. Dobbiamo essere duttili, elastici e pronti a qualsiasi situazione; vorremo continuare la nostra corsa e come al solito pensiamo partita per partita. A volte bisogna usare il fioretto e a volte la sciabola; dobbiamo cercare di migliorare in trasferta e tenere il passo che stiamo avendo in casa. Non cambia molto il fatto che il Catanzaro abbia cambiato mister poiché noi lavoriamo su noi stessi, anche se sicuramente è un fattore importante. Le motivazioni dobbiamo averle a prescindere dallo stadio dove andremo a giocare perché noi abbiamo un popolo dietro che ci sostiene ad ogni partita, rappresentiamo una città e abbiamo il dovere di dare tutto e cercare la vittoria sempre. Il risultato dell’andata ci deve mettere ancora più voglia di portare a casa il risultato, loro hanno delle buone individualità e possono crearci dei problemi anche con Infantino che è un buon giocatore, un’ottima boa davanti; oltre a lui hanno degli esterni che saltano l’uomo e sono abbastanza rapidi come abbiamo visto all’andata.

Come sottolineato da Calori, dopo l’ultima sconfitta per conto del Matera, il Catanzaro ha deciso di sollevare il proprio allenatore chiamando alla guida della squadra Pancaro, ex calciatore tra le altre di Lazio e Milan. Il ruolino di marcia nelle ultime 10 partite non è sicuramente incoraggiante in vista della partita contro i granata; la squadra calabrese nelle ultime 10 ha collezionato 2 vittorie, 2 pareggi e ben 6 sconfitte.

Il Trapani spera di recuperare altri punti alle due di testa come già successo nelle ultime sfide senza dimenticare che un ottimo piazzamento play-off garantirebbe notevoli vantaggi in vista degli stessi. Play-off o sogno promozione diretta, il campionato del Trapani sta sempre più arrivando a un bivio…

*foto di proprietà del Trapani Calcio

Condividi: