Trapani forza quattro! “Nicola Ceravolo” espugnato per 1-2 grazie a Polidori ed Evacuo

Trapani forza quattro! Al “Nicola Ceravolo” di Catanzaro, la formazione di Calori s’impone per 1-2 grazie alle reti di Polidori ed Evacuo e continua la sua scalata al vertice in attesa degli impegni di Catania e Lecce; al Catanzaro non basta la rete del momentaneo pareggio di Infantino e il cambio in panchina con la chiamata di Pancaro.

Calori schiera il solito 3-5-2 con Evacuo e Polidori in avanti e con l’ennesima esclusione di Pagliarulo dietro: il terzetto è formato da Fazio, Drudi e Silvestri; la prima di Pancaro è un 4-3-3 con Infantino supportato da Puntoriere e Falcone e l’ex Nordi tra i pali per ritrovare una vittoria che tra le mura amiche manca dal 28 Gennaio.

Il Trapani non parte bene e la manovra è lenta e prevedibile con il Catanzaro che riesce ad imbastire facilmente le proprie azioni offensive costringendo i granata sulla difensiva. Al 7’ da un cross da destra Infantino anticipa tutti e di tacco prova la zampata vincente con Drudi che si oppone ottimamente; al 17’ è sempre il numero 9 di casa a rendersi pericoloso con un colpo di testa che si spegne di poco alla sinistra di Furlan. Il Trapani non riesce a reagire agli attacchi del Catanzaro che rischia di passare al 23’ con Nicoletti che dal dischetto manda incredibilmente alto per il rammarico di Pancaro in panchina. Ancora più clamorosa è l’occasione di Puntoriere al 35’ che di punta prova a sorprendere Furlan che compie un intervento decisivo e mantiene la porta inviolata. La prima incursione offensiva dei granata è al 40’ con Marras che sol suo mancino impensierisce Nordi che si rifugia in calcio d’angolo; dall’angolo seguente di Corapi, Silvestri devia sul secondo palo dove arriva Polidori che insacca con un potente e preciso sinistro.

La ripresa si apre con un contropiede della formazione calabrese disinnescata da Drudi (migliore in campo, ndr) che in scivolata anticipa Infantino ormai lanciato verso l’area di rigore granata. Al 50’ episodio dubbio in area granata con Silvestri che atterra un avversario con una leggera spinta: per l’arbitro non ci sono dubbi e assegna il penalty tra le proteste dei calciatori del Trapani che costano l’ammonizione ad Evacuo. Dal dischetto Infantino non sbaglia e pareggia i conti. Il Trapani non ci sta e dopo 6 minuti si riporta avanti: è Evacuo che con una splendida azione personale trafigge Nordi con la punta cogliendo il portiere in contropiede e siglando l’1-2 granata; lo stesso Evacuo poco dopo è protagonista dell’episodio più discusso della partita: il 9 granata discute con un avversario che lo accusa di un leggero “schiaffetto” al volto, per l’arbitro basta questa per estrarre il secondo giallo con la conseguente espulsione del man of the match. Paradossalmente il Trapani si difende meglio in dieci e rischia praticamente nulla nonostante l’inferiorità numerica.

Secondo successo consecutivo in Calabria per i granata di Calori che si confermano in un ottimo momento di forma e colgono la quarta vittoria consecutiva in campionato. Alle 18.30 spetta a Catania e Lecce rispondere sul campo, con i granata spettatori ma con tre punti in più pesantissimi in classifica.

*foto di proprietà del Trapani Calcio