Bologna: «Le primarie? Facciamole ma con regole certe!»

-

Peppe Bologna interviene dopo la proposta lanciata dall’ex sindaco di Erice  Tranchida di indire le elezioni “primarie” aperte a tutti per la scelta del candidato sindaco di Trapani. Bologna, benché abbia già da tempo ufficializzato la sua candidatura a sindaco « non ravvedendo alcuna capacità di fare sintesi nelle intelligentia e più o meno coinvolte nella campagna elettorale, si dichiara pronto  a partecipare alle primarie, purché vengano svolte con regole ben definite,   con l’auspicio di superare  questa fase di stagnazione in cui la politica cittadina è volutamente  impantanata».

Di seguito la sua dichiarazione:

«Le primarie? Facciamole

Se indette, parteciperò senz’altro. Così non alimentiamo caminetti vari e narcisismi.

Tanto nel rispetto di alcune regole essenziali quali:

– il candidato dovrà offrire il suo progetto;

-il candidato, se perde, dovrà sostenere lealmente e realmente il

vincitore e a tal fine dovrà prestare una garanzia reale;

– votazioni con l’ assistenza di notaio, giudice di pace o di persone

condivise. Queste le regole».

Condividi: