Si riapre tutto! Trapani e Catania vincono e salgono a -4 dal Lecce che sprofonda in casa della Casertana

Clamoroso nel girone C di Serie C. Il Lecce cade fuori casa contro la Casertana e in poche partite dilapida quasi l’intero vantaggio che aveva accumulato nei confronti di Trapani e Catania, che adesso inseguono a meno 4 con una gara in più. I granata s’impongono 0-1 sul difficilissimo campo del Rende e lo fanno con una prova di carattere e determinazione e senza troppi patemi in fase difensiva. Il Catania si sbarazza facilmente della Paganese per 6-0; le due siciliane adesso possono sognare l’impresa.

Mister Calori schiera i suoi col classico 3-5-2 con capitan Pagliarulo che ritrova il suo posto al centro della difesa e con la coppia offensiva formata da Polidori ed Evacuo mentre sull’out mancino agisce Visconti viste le non perfette condizioni di Rizzo. Il Rende opta per una formazione a specchio con Laaribi fulcro del centrocampo e Vivacqua supportato da Rossini in avanti.

La prima frazione è tutta a favore dei granata che dominano in lungo e in largo e rischiano praticamente nulla dalle parti di Furlan. Al 5’ il Trapani passa in vantaggio: splendido cross di Marras dopo un dribbling stretto e Pagliarulo trafigge De Brasi con un perentorio colpo di testa. Gli uomini di Calori gestiscono bene il pallone e trovano facilmente le due punte che si muovono lungo tutto il fronte offensivo; al 13’ i granata hanno la doppia chance per raddoppiare ma prima Polidori e poi Palumbo si fanno respingere la conclusione da due ottimi interventi di De Brasi. Un minuto dopo Marras calcia dopo un veloce uno-due con Scarsella ma la sua conclusione si spegne sul fondo; il Rende non riesce ad uscire dalla propria metà campo e rischia di capitolare al 19’ quando Polidori, su assist di Evacuo, colpisce il pallone di testa ma manda incredibilmente a lato. Al 28’ altra occasione madornale per i granata con Evacuo che, da posizione angolata, calcia un terra-aria che De Brasi respinge in angolo salvando la formazione di casa da un passivo maggiore. Negli ultimi 10 minuti il Rende prova ad affacciarsi nella metà campo del Trapani e si rende pericolosa con una punizione di Laaribi che Furlan devia in angolo senza troppi problemi.

La ripresa si apre così come si era aperto il primo tempo, con i granata che spingono subito forte e sfiorano il 2-0 su una pregevole giocata di Marras che dopo aver saltato due uomini calcia a giro con il pallone che tocca l’incrocio dei pali e si spegne fuori. Il campo diventa pesantissimo a causa della forte pioggia che si abbatte sul “Marco Lorenzon” di Rende con le due squadre che ne risentono dal punto di vista fisico e del gioco. La formazione di casa non riesce mai a rendersi veramente pericolosa e i granata amministrano bene l’incontro fino al fischio finale arrivato dopo ben 6 minuti di recupero.

Seconda vittoria consecutiva per i granata in trasferta dopo lo 0-1 contro l’Akragas e sorriso ritrovato. Adesso la vetta è a soli 4 punti con una gara in più giocata e chissà che non riesca l’impresa tanto sognata da una città intera, perché costare non costa nulla e farlo ora è ancora più bello.

*foto di proprietà del Trapani Calcio