SIMONTE SI DIMETTE:  SANCITA LA PAX ERICINA

Una lettera-comunicato laconica: “ mi dimetto da segretario del circolo PD di Erice in adesione allo statuto del partito – art.21, comma 2- che sancisce l’incompatibilità tra la carica di assessore comunale e quella, appunto di segretario”. Firmata da Gian Rosario Simonte, segretario sino a ieri del circolo, inviata al segretario nazionale Martina e a quello provinciale Marco Campagna. Altre due righe per comunicare di avere delegato la vice segretaria Carmela Daidone di convocare l’assemblea per i necessari adempimenti sostitutivi.

Un normale passaggio di consegne? Apparentemente si, in realtà è il timbro che viene messo all’accordo tra il candidato sindaco di Trapani, già sindaco di Erice, Giacomo Tranchida e l’on. Gucciardi. E’ la tempistica a dare la conferma e lo dicono sottovoce alcuni degli stessi attori di una querelle, quella all’interno del circolo ericino, che dura da oltre un anno, già prima delle elezioni amministrative a Erice, diventata ancora più pesante nei mesi successivi ed esplosa clamorosamente all’esterno un paio di settimane orsono con la nascita di un vero e proprio fronte contro Simonte capeggiato dalla consigliera comunale Simona Mannina e dall’avvocato Valentina Villabona, dirigente provinciale del PD e, soprattutto, fiduciaria non nascosta della corrente “gucciardiana”. Sia Mannina che Villabuona da tempo chiedevano, motivate dal rispetto dello statuto, le dimissioni di Simonte che, al contrario, appartiene alla corrente “tranchidiana”. Sul tappeto la gestione del circolo ericino, ma anche uno sguardo all’amministrazione comunale ora guidata dalla sindaca Daniela Toscano.

Ritorniamo alla tempistica: nella giornata di sabato Gucciardi rompe l’isolamento e il silenzio e, con un improvviso comunicato – che lascia basiti i componenti della sua corrente che ne sconoscevano il contenuto –  fa sapere di appoggiare Tranchida sancendo la pace tra i due leader, forse meno tra i loro sostenitori. Ma bisogna andare avanti; così la tregua si estende subito sul terreno più spigoloso, quello, appunto, ericino con la supremazia dei “tranchidiani” i quali continuavano ad ignorare il richiamo allo statuto: Simonte continuava a fare l’assessore ed il segretario. Con la “resa” di Gucciardi viene sancita la pace e l’input che arriva dalle fila tranchidiane di offrire il calumet della pace con le dimissioni di Simonte. Tutto a posto, ora anche a Erice si può marciare unitari!

Brinda alla vittoria Valentina Villabona ascrivendo il tutto come un successo alle pressioni che esercitava da tempo per ottenere le dimissioni di Simonte. Forse una lettura troppo suggestiva. Ora, secondo i si dice, potrebbe mirare a prenderne il posto: il dimissionario tanto si tiene l’assessorato. Rimane da vedere cosa farà la consigliere comunale Simona Mannina, spina nel fianco dell’amministrazione Toscano.

Aldo Virzì

 

P.s – Avevamo appena trasmesso l’articolo quando è arrivato il comunicato che trasmettiamo integralmente e che conferma quanto avevamo scritto con l’aggiunta della soluzione del “problema “ Mannina

Ringraziamo il Segretario Gianrosario Simonte per essersi dimesso dalla sua carica, dimostrando senso di responsabilità e accogliamo il suo invito all’unita’ del Partito Democratico anche attraverso una reggenza, così come avevamo richiesto.

In un momento particolarmente delicato non solo per le dinamiche interne, ma anche per le prossime scadenze elettorali che riguardano tra gli altri comuni la città capoluogo, che non ci può lasciare indifferenti anche e non solo per vicinanza territoriale, un clima positivo non può che agevolare il lavoro di tutti.

Considerato che con le dimissioni del segretario è venuta meno anche la segreteria, invitiamo il Segretario provinciale Marco Campagna a porre in essere tutti i passaggi necessari al fine di individuare il percorso più corretto per ricomporre le anime del PD ericino.

Confidando nel buon senso di tutti gli iscritti e i dirigenti e convinti che il primato della politica debba prevalere sulla legalità statutaria, rinunciamo a inviare gli atti alla commissione di garanzia, certi che si possa trovare tutti insieme una soluzione che porti al rilancio del pd e dell’attività amministrativa.

 

Democratica…mente

Valentina Villabuona (PD)

Simona Mannina (GD)

 

 

 

 

Condividi: