Calori: “Nulla è perduto. Domani ci rialzeremo come abbiamo sempre fatto”

Vigilia di campionato per i granata di Calori impegnati al “Provinciale” contro la Fidelis Andria di mister Papagni. Dopo la pesante sconfitta di settimana scorsa contro la Virtus Francavilla per 2-0, la settimana in casa granata non è stata delle migliori dal punto di vista ambientale visto la comprensibile delusione dei tifosi per una sconfitta inaspettata.

Rispetto alla trasferta di Brindisi, Calori recupera Marras e Corapi nell’undici iniziale che dovrà sopperire alle assenze di Silvestri, Campagnacci, Minelli, Visconti (per lui distrazione muscolare che lo terrà fuori un mese, ndr) e il solito Ferretti. Proprio a una domanda sul recupero del fantasista mancino, Calori ha risposto così: “Ferretti viene da un infortunio al crociato, in questi casi il recupero è lento e prima che il giocatore torni al 100% dal punto di vista fisico e mentale ci vorrà un anno dall’infortunio. Non possiamo anticipare i tempi e non possiamo neanche recriminare per la sua assenza così prolungata. Non so se tornerà in tempo per questo finale di stagione”.

Il mister granata ha esposto tutta la sua convinzione nel provare a centrare l’obiettivo stagionale: “Settimana scorsa abbiamo giocato non benissimo e siamo stati punti su due nostre distrazioni difensive; sappiamo che contro le squadre solide dietro e che lasciano pochi spazi come la Virtus fatichiamo un po’ di più. Sono sicuro però che ci rialzeremo più forti di prima come abbiamo sempre fatto e come faremo sempre; la partita di domani è complicata poiché l’Andria ha caratteristiche simili a quelle della Virtus. Loro giocheranno con n 3-5-1-1 basato sulle ripartenze e noi dovremmo esser bravi nelle marcature preventive e a concedere loro poco spazio stando corti tra i reparti. Per quanto riguarda la lotta al vertice tutto è possibile, non dobbiamo pensare che sia tutto finito perché se abbiamo recuperato tutti questi punti è perché le motivazioni non sono mai mancate e mai mancheranno. Dobbiamo avere la forza di reagire ed essere più forti di qualsiasi ostacolo, che sia l’arbitro o le nostre assenze. I miei ragazzi sanno che raggiungere questo obiettivo non ha prezzo, per noi professionisti questo va aldilà di ogni discorso: dobbiamo provarci fino in fondo. Fisicamente stiamo bene e tutti si devono tener pronti per giocare perché se domani vedrò qualcosa che non mi piacerà, all’intervallo mi arrabbierò molto”.

Di contro la Fidelis Andria viene da cinque risultati utili consecutivi nella quale ha collezionato ben 11 punti sui 15 disponibili. Da sottolineare anche il pareggio al “Via del Mare” contro la capolista Lecce per 2-2 dopo esser stati sotto per 2-0. Mister Papagni ha parlato così alla vigilia: “Affrontiamo una trasferta difficile, questa partita ci consentirà di valutare se la strada intrapresa nell’ultimo mese è quella giusta. Taurino ha qualche problemino così come Scaringella ma vengono con noi. Sarà un piacere tornare a Trapani e riabbracciare il dott. Mazzarella dopo ben trent’anni”

Non tutto è perduto. Il Trapani prova ad avvicinarsi al duo di testa composto da Catania e Lecce, impegnate rispettivamente contro Akragas e Racing Fondi, e provare a metter fiato sul collo partendo da domani contro l’Andria, una gara da non sbagliare assolutamente.

*foto di proprietà del Trapani Calcio